Juventus

Mondiale in bilico per Pogba: rischia di tornare nel 2023. Due strade possibili

Stefano Bertocchi
Paul Pogba
Paul Pogba / James Williamson - AMA/GettyImages
facebooktwitterreddit

Lo stop di Paul Pogba può essere più lungo del previsto. E la Juventus trema. Nei giorni scorsi il francese è stato sottoposto ad approfondimenti radiologici che hanno evidenziato una lesione del menisco laterale del ginocchio destro e nelle prossime ore è prevista una consulenza ortopedica specialistica che farà chiarezza sui tempi di recupero.

Il Polpo quasi certamente verrà operato e l’ipotesi peggiore è che debba saltare il Mondiale e che possa tornare in campo con i bianconeri addirittura nel 2023. Questo il quadro disegnato da La Gazzetta dello Sport, che spiega come il consulto pre intervento non sia andato bene e che la situazione sembrerebbe più grave del previsto, con tempi di recupero addirittura più lunghi di due mesi.

Sul ginocchio si può intervenire in due modi: con una meniscectomia (asportazione del pezzettino di menisco rotto) o con la sutura (cucitura della zona di lesione del menisco). "Dai primi esami effettuati in America si pensava che il problema di Pogba potesse essere risolto con il primo tipo di operazione, che si fa in artroscopia e prevede uno stop di 40-60 giorni. Nei casi in cui la lesione risulti però molto periferica, è consigliabile la sutura, che garantisce una guarigione al 90 per cento ma con tempi di recupero più lunghi, che vanno dai 3 ai 5 mesi", precisa la rosea.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit