Serie A

Milinkovic rovina la festa a Dybala e Chiellini: finisce 2-2 tra Juventus e Lazio

Andrea Gigante
Juventus v Lazio
Juventus v Lazio / Anadolu Agency/GettyImages
facebooktwitterreddit

Festa parzialmente rovinata per Paulo Dybala e Giorgio Chiellini che chiudono la propria esperienza alla Juventus con un pareggio all'ultimo secondo: in un Allianz Stadium tutto esaurito i bianconeri vanno avanti di due gol, ma si fanno rimontare dalla Lazio dell'ex Maurizio Sarri.

Gli uomini di Massimiliano Allegri si portano in vantaggio grazie a Dusan Vlahovic, che di testa capitalizza un bel cross di Alvaro Morata. È poi lo stesso attaccante spagnolo a segnare il raddoppio con un tiro sul secondo palo imprendibile per Strakosha.

La rete siglata da Patric (con l'aiuto della zampata di Alex Sandro) ridà fiducia ai biancocelesti che trovano il 2-2 a tempo quasi scaduto. Dalla palla persa da Cuadrado nella metà campo laziale, riparte il contropiede che porta al tap-in a porta vuota di Sergej Milinkovic-Savic.

La chiave tattica di Juventus - Lazio

Come si poteva prevedere, nel posticipo della 37ª di Serie A è la Lazio a prendere in mano il pallino del gioco. I biancocelesti, orfani dell'infortunato Immobile, mostrano eccellenti doti nel palleggio. Tuttavia, complice un gran lavoro in fase di interdizione da parte della Juve, l'asse tra Luis Alberto e Milinkovic-Savic non decolla e i capitolini faticano così a trovare il passaggio decisivo.

Da squadra cinica e pratica qual è, la Juventus approfitta di ogni minimo errore degli avversari e con il suo poker d'attacco iper-offensivo (Dybala, Morata, Bernardeschi e Vlahovic contemporaneamente in campo) fa tremare Strakosha ogni volta che capita dalle sue parti.

I bianconeri mostrano però ancora una volta una certa fragilità difensiva. Prendere quel gol a pochi secondi dalla fine è sinonimo di un grave calo di concentrazione.

L'episodio del match

Giorgio Chiellini
Giorgio Chiellini / Emilio Andreoli/GettyImages

Il momento più bello ed emozionante di Juventus-Lazio arriva dopo appena 17 minuti, quando Allegri chiama il primo cambio del match: dentro de Ligt, fuori Giorgio Chiellini. Nessun infortunio, nessuna scelta tattica, solo il desiderio di dedicare l'ultima passerella tra le mura dello Stadium a un giocatore che ha fatto la storia dei bianconeri. Standing ovation per il capitano che passa gran tempo della partita a far foto e a firmare autografi per i migliaia di tifosi giunti solo per rendergli omaggio.

Il migliore in campo: Alvaro Morata - 7.5

Nella sera in cui tutti gli occhi erano puntati su Dybala e Chiellini, Alvaro Morata si prende la scenda fornendo un assist e segnando un gol. Il cross che propizia l'1-0 di Vlahovic è da esterno puro, mentre lo spunto con cui si smarca dei difensori avversari per calciare sul secondo palo è da bomber navigato.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit