Milan, una doppia trattativa con il Tottenham ma saltata: il retroscena

Massara e Maldini
Massara e Maldini | Alessandro Sabattini/Getty Images

Il Milan ha ingaggiato Dalot nel finale di mercato ma il club rossonero ha rincorso un altro paio di terzini durante l'ultima sessione estiva. In principio fu Serge Aurier. L'esperto laterale destro ex PSG, di proprietà del Tottenham, sembrava a un passo dal vestirsi di rossonero.

L'asse tra Tottenham e Milan in estate è stato più che aperto. Serge Aurier, come detto, è stato trattato a lungo da Maldini e Massara. I due dirigenti rossoneri però si sono 'schiantati' sul muro eretto dal Tottenham che continuava a chiedere 20 milioni di euro, come base di partenza per trattare, mentre il Milan non è mai andato oltre i 15 milioni di euro.

Danny Rose
Watford FC v Newcastle United - Premier League | Sebastian Frej/MB Media/Getty Images

L'altra occasione è invece inedita. Perché, stando a quanto raccontato da calciomercato.com, Danny Rose è stato proposto al Milan come vice di Theo Hernandez a fine mercato, da laterale alternativo a sinistra a condizioni vantaggiose. Stavolta però è stato il Milan a dare risposta negativa al club allenato da José Mourinho. Laxalt è andato al Celtic ma il Milan ha scelto di puntare sul giovane Dalot e su Calabria in alternativa a sinistra, in caso di assenza di Theo.

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.