Milan, senti Kalulu: "Centrale o laterale, gioco dove vuole il mister. Ibrahimovic? Un esempio"

Omar Abo Arab
Pierre Kalulu
Pierre Kalulu / Alessandro Sabattini/Getty Images
facebooktwitterreddit

Arrivato al Milan dal Lione (a parametro zero) sulla carta, per far numero a causa di un reparto difensivo troppo scarno a causa degli infortuni, Pierre Kalulu si è già guadagnato la fiducia di Stefano Pioli e dei tifosi. Schierare titolare in un ruolo così delicato, e in una squadra del genere, un calciatore di soli 20 anni è un rischio, ma il tecnico rossonero non ha potuto fare altrimenti viste le contemporanee defezioni di Matteo Gabbia e Simon Kjaer. E oltre alle buone prestazioni, Kalulu, ha anche salvato i suoi dalla prima sconfitta stagionale realizzando il gol del 2-2 in casa del Genoa.

Kalulu dopo il gol al Genoa
Kalulu dopo il gol al Genoa / FILIPPO MONTEFORTE/Getty Images

Il giovane difensore, ai microfoni di Spormediaset.it, ha commentato questo suo inizio di stagione. A cominciare dal ruolo in cui Pioli lo impiega: "Laterale o centrale per me è lo stesso perché a Lione ricoprivo entrambi i ruoli, nell'Under 21 gioco più a destra, dunque posso giocare un po' ovunque. Cosa preferisco? E' uguale. Quello che preferisco è giocare". Su Ibrahimovic: "L'ho visto e seguito durante tutta la mia adolescenza, quando è venuto a Parigi, quando è stato a Manchester, prima ancora qui nel Milan. Ibra è un esempio assoluto" le sue parole riportate da Calciomercato.com. Sugli obiettivi di stagione: "Mi piacerebbe se dovessimo conquistare qualcosa, ma il mister ci ricorda sempre che è difficile arrivare, bisogna lavorare ogni giorno per sperare di vincere qualcosa in questa stagione".


Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.

facebooktwitterreddit