Serie A

SuperLega? No, SuperSassuolo: 1-2 a San Siro, Milan ko. Non basta Calhanoglu: Raspadori la ribalta

Antonio Parrotto
Apr 21, 2021, 8:27 PM GMT+2
Giacomo Raspadori
Giacomo Raspadori / Marco Luzzani/Getty Images
facebooktwitterreddit

Dopo tante chiacchiere sulla SuperLega si torna finalmente a far parlare il campo. Per la 32esima giornata di Serie A 2020/2021 in campo Milan e Sassuolo allo stadio San Siro. Stefano Pioli, senza Ibrahimovic, Bennacer e Theo Hernandez, ha scelto Calabria e Dalot sulle corsie laterali, l'ex Toro Meite e Kessie in mezzo al campo con Rafael Leao unica punta. De Zerbi ha optato per il consueto 4-2-3-1 con Marlon e Ferrari centrali, il grande ex Locatelli nuovamente titolare a centrocampo, in coppia con Obiang, in avanti invece Gregoire Defrel al posto di Raspadori.

FBL-ITA-SERIEA-AC MILAN-SASSUOLO
Hakan Calhanoglu / MIGUEL MEDINA/Getty Images

Ottimo primo tempo del Milan che ha messo in seria difficoltà il Sassuolo. Il pressing dei neroverdi non ha funzionato molto bene, ha funzionato invece quello dei rossoneri. Ottime le uscite della formazione di Pioli ma la prima occasione del match è di marca neroverde con Boga che, al 13', ha calciato in porta dall'interno dell'area trovando la risposta di piede di Donnarumma. Il Milan non è rimasto a guardare, ha creato diversi presupposti per far male e al 30' ha trovato il gol del vantaggio: Saelemaekers per Calhanoglu, controllo del turco che sfrutta la sovrapposizione di Dalot che manda fuori tempo Muldur e con un destro a giro batte imparabilmente Consigli per il vantaggio milanista. Nel finale altra occasione per il Sassuolo con Berardi murato da Dalot.

Grande secondo tempo del Sassuolo che entra in campo con maggiore decisione e convinzione e mette in affanno il Milan. De Zerbi azzecca i cambi, mandando in campo Toljan e Raspadori che confezionano il gol dell'1-1: tiro sporco, deviato, del terzino e zampata vincente dell'attaccante al 75'. "Voglio vincerla" urla De Zerbi ai suoi. E i suoi eseguono. Ancora Raspadori dopo pochi minuti: prima allarga per Berardi poi si libera di Tomori con il controllo e fredda Donnarumma con un destro in diagonale. Haraslin sfiora immediatamente il tris. Il Milan non trova varchi e torna a perdere a San Siro e Pioli alza bandiera bianca nei confronti dell'Inter.

Segui 90min su Facebook per restare aggiornato sulle ultime news sulla Serie A.

facebooktwitterreddit