Serie A

Luci rossonere a San Siro. C'è solo il Milan: 2-0 alla Lazio, Ibra goal e rossoneri a punteggio pieno

Antonio Parrotto
L'esultanza di Ibrahimovic dopo il goal del raddoppio
L'esultanza di Ibrahimovic dopo il goal del raddoppio / ISABELLA BONOTTO/Getty Images
facebooktwitterreddit

Altro big match della terza giornata di Serie A, quello tra Milan e Lazio, andato in scena oggi. Pioli sceglie il 4-2-3-1 classico con Romagnoli al centro della difesa, Tonali confermatissimo a centrocampo, Florenzi esterno alto e Rebic punta. Per Sarri invece, con la Lazio reduce da 9 gol nelle prime due gare, classico 4-3-3 con Marusic a destra preferito a Lazzari (non al meglio) e Pedro con Felipe Anderson a supporto di Ciro Immobile, tornato in campo dopo il problema muscolare che gli ha impedito di giocare in Nazionale contro la Lituania.

Rafael Leao
Rafael Leao / Marco Luzzani/Getty Images

Grandi ritmi, grande intensità a San Siro e grande avvio del Milan che prova a mettere immediatamente le cose in chiaro. Leao e Theo Hernandez viaggiano ad alta velocità sulla corsia mancina. Diaz gioca da schermo sul centrale e oscura Lucas Leiva, Kessie segue come un'ombra Milinkovic-Savic. Pioli l'ha prepara benissimo e raccoglie i frutti solo a fine primo tempo. Avanzata di Leao per Rebic, triangolo che si chiude, controllo e tocco preciso dell'attaccante portoghese. In pieno recupero un'altra grandissima occasione per il Milan: Kessie, in aria, anticipa Immobile che lo colpisce con un calcione. Chiffi, dopo il richiamo al Var, assegna il rigore. Dal dischetto Kessie spiazza Reina ma colpisce la traversa.

Nella ripresa ritmi decisamente più bassi. La Lazio però ha fatto fatica, molto meglio la formazione rossonera che non ha lasciato spazi e campo agli uomini di Sarri. Maignan in pratica non ha mai compiuto un intervento. E nella ripresa, al 60', l'esordio stagionale di Zlatan Ibrahimovic bagnato con gol. Discesa di Rebic sulla sinistra e tap-in facile dello svedese. Poco dopo grande rischio per una brutta entrata di Bakayoko (entrato al 60' fuori dopo un quarto d'ora per infortunio) su Acerbi ma per Chiffi solo giallo. E nel finale scentille per l'atteggiamento milanista, ritenuto irrispettoso, dai rossoneri. Espulso Sarri dopo il triplice fischio. Per la prima volta nella sua storia il Milan vince 3 gare consecutive all'inizio della stagione per 2 anni di seguito.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit