Milan

Milan-Dinamo Zagabria 3-1, le pagelle rossonere: Leao cresce, Saelemaekers prezioso

La redazione di 90min
Saelemaekers
Saelemaekers / Ciancaphoto Studio/GettyImages
facebooktwitterreddit

Si è appena conclusa la sfida tra Milan e Dinamo Zagabria, valida per la seconda giornata della fase a gironi di Champions League. I rossoneri hanno ottenuto il successo per 3-1: questi i voti dei giocatori di Pioli dopo la sfida di San Siro.

Maignan 6 Buon intervento su Moharrami, incolpevole sul gol ospite nella ripresa e sicuro in altre occasioni, soprattutto nella prima frazione.

Calabria 6 Attento in copertura e propositivo quando si tratta di sovrapporsi, nel secondo tempo perde Orsic in occasione del 2-1.

Tomori 6,5 Rispetto a Kalulu si limita spesso a presidiare l'area, quando esce però lo fa bene: suo il passaggio che porta al rigore che sblocca il risultato.

Kalulu 6,5 Esce con personalità dalla difesa e recupera palla già in zona avanzata: spesso irruento ma sempre efficace e senza perdere precisione nelle giocate.

Theo Hernandez 6,5 Si vede più in copertura che non in fase di spinta nel primo tempo, è comunque lucido ed efficace in chiave difensiva. Nella ripresa affonda di più e regala l'assist a Pobega.

Tonali 6 Si concede frequenti e insidiosi inserimenti in avvio, dedicandosi poi maggiormente all'interdizione e a inseguire gli avversari. Cala nella ripresa.

Dal 68' Pobega 6,5 Ingresso dirompente in campo per il centrocampista: firma il 3-1 con un potente sinistro dopo uno scambio con Theo.

Bennacer 6 Cerca subito il gioco in verticale per lanciare gli attaccanti e tenta anche la fortuna da fuori, nel primo tempo. Qualche errore di misura nei passaggi, soprattutto nella ripresa: molto meglio in fase di contenimento.

78' Krunic SV

Saelemaekers 7 Copre Calabria quando questo sale e offre una prova disciplinata, nella ripresa poi si inserisce al meglio e di testa firma il 2-0. Quantità e qualità sulla fascia: una pedina preziosa per il successo rossonero.

78' Messias SV

Diaz 6 Pressa in modo efficace sul possesso avversario, meno lucido dalle parti del portiere ma generoso e volitivo. Più imballato nella ripresa.

Dall'81' Dest 6 Si impegna per lasciare il segno: litiga con un avversario e poi cerca il gol del 4-1 nel finale inserendosi a destra.

Rafael Leao 6,5 Brahim lo cerca ma lui spreca sottoporta, divorandosi due occasioni. Si riscatta con gli interessi conquistando il rigore dell'1-0 e fornendo l'assist per il 2-0. Partita in crescendo per il portoghese.

Giroud 6,5 Lotta e sgomita tra i difensori, colleziona un paio di occasioni tutt'altro che nitide nel primo tempo e poi la sblocca su rigore. Nella ripresa si vede meno (complici i passaggi dei compagni) e Pioli lo sostituisce.

Dal 68' De Ketelaere 6 Il grande assente del match trova spazio nel finale: giocate eleganti e di qualità, pur senza strafare.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit