Milan

Milan-Atalanta 2-0, le pagelle dei rossoneri: Theo come Weah, Kalulu mostruoso

Andrea Gigante
Theo Hernandez
Theo Hernandez / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il Milan batte l'Atalanta 2-0 grazie ai gol di Leao e Theo Hernandez ed è ora a un solo punto dallo Scudetto. Ecco le pagelle dei giocatori rossoneri.

Maignan 6.5 - Chiude a doppia mandata la porta con le sue parate precise e dà il via alle ripartenze con i suoi rilanci;

Calabria 6 - Zappacosta mette l'acceleratore ma lui trova il modo di contenerlo (81' Florenzi sv);

Kalulu 7 - Che sia l'estro di Muriel o la fisicità di Zapata, non ci sono problemi. Il francese domina la retroguardia milanista disinnescando ogni tentativo offensivo da parte della Dea;

Tomori 6.5 - Ottima prova anche da parte dell'inglese che con la sua grande velocità mette la toppa su qualche disattenzione dei compagni;

Theo Hernández 7.5 - Segna quello che probabilmente è uno dei più bei gol della Serie A 2021/22 e lo fa dopo una partita di grande corsa e sacrificio;

Tonali 6 - Gli ultimi impegni l'hanno provato sul piano fisico ma da grande guerriero lotta nonostante la stanchezza (62' Bennacer 6 - Garantisce alla mediana freschezza fisica e lucidità mentale);

Kessié 6.5 - Si congeda da San Siro con una prestazione degna dei suoi giorni migliori. L'ivoriano domina il centrocampo recuperando una mole infinita di palloni e dando il via alle ripartenze del Milan;

Saelemaekers 5.5 - Impalpabile sulla corsia mancina. Non riesce mai a puntare l'uomo e a creare occasioni potenzialmente pericolose (54' Messias 6.5 - Ci mette pochissimo a fare meglio del belga. Entra e serve un filtrante delicato che mette Leao davanti a Musso);

Krunic 7 - Rivisita il ruolo di trequartista conferendogli un'accezione più quantitativa. Si vede infatti poco in attacco, ma in fase di recupero è monumentale (81' Bakayoko sv);

Rafael Leão 7.5 - Quando prende palla, dà sempre l'impressione di poter tirar fuori una giocata incredibile. Se in passato era considerato un giocatore fumoso e poco pragmatico, adesso ha imparato a badare al sodo e oggi ha siglato una rete che può essere decisiva per la stagione dei rossoneri. Quel controllo palla in corsa sul lancio lungo di Messias è da campione vero.

Giroud 5.5 - Viene ingabbiato dal trittico difensivo della Dea e pasticcia quando il Milan prova a ripartire (54' Rebic 6 - Tocca pochi palloni, ma si muove molto e permette ai compagni di reparto di svariare con più libertà).


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit