Mercato svincolati: le 21 migliori occasioni a costo zero

Lorenzo Mariantoni
Graziano Pellè
Graziano Pellè / Gabriele Maltinti/GettyImages
facebooktwitterreddit

Nonostante l'ultima sessione di calciomercato si sia conclusa il 31 agosto, quella relativa ai giocatori svincolati prosegue normalmente. L'ultimo a trovare squadra è stato Nicolas Viola, passato al Bologna di Mihajlovic. Nel mese di ottobre hanno trovato club anche Mirante (Milan), Romero (Venezia) e Nkoulou (Watford). Nel frattempo Dani Alves si è riproposto ad un suo vecchio amore, il Barcellona.

Ecco la lista di alcuni calciatori ancora svincolati che potrebbero far comodo a diversi club.

1. Paulinho

Paulinho
Paulinho con la nazionale brasiliana / Matthew Ashton - AMA/GettyImages

Dopo sole quattro partite, in cui aveva anche realizzato due reti, finisce l'avventura di Paulinho con l'Al-Ahli. L'annuncio del club saudita è arrivato lo scorso 18 settembre. Il centrocampista, ex Barcellona e Tottenham, ha lasciato per motivi d'emergenza il suo club. Il classe '88 brasiliano vanta 56 presenze e 13 reti con la nazionale verdeoro.

Paulinho è il classico tuttocampista. Riesce a collegare efficacemente fase difensiva e offensiva. Nei suoi piedi non c'è solo visione di gioco ma anche gol. Durante la sua carriera ha battuto il portiere avversario ben 131 volte.

2. Clement Grenier

Clement Grenier
Clement Grenier al Rennes / Quality Sport Images/GettyImages

Classe '91, francese. Dal 2009 al 2017 gioca al Lione dove mette a registro 152 presenze e 18 reti. Lo ricordiamo, a tratti, anche nel nostro campionato dove con la Roma scese in campo solo sei volte.

Torna in Ligue 1 dove al Rennes totalizza 62 presenze e 6 reti.

Centrocampista che fa della tecnica la sua qualità migliore. Proprio grazie a questa diventa trequartista, ma negli anni arretra leggermente la posizione come mezzala. Ne beneficiano i compagni di reparto ottenendo dai suoi piedi, non solo passaggi che fanno la differenze, ma anche un porto sicuro dove tenere la palla quando le cose si fanno complicate.

3. Gaston Ramirez

Gaston Ramirez
Gaston Ramirez con la maglia della Sampdoria / Jonathan Moscrop/GettyImages

Il trequartista uruguaiano classe '90 è stato cercato da tante squadre senza ricevere mai però un’offerta convincente. Si è fatto conoscere in Serie A giocando e segnando con le maglie di Bologna e Sampdoria.

Nessuno, al momento, ha ancora mostrato un interesse così forte da affondare il colpo aggiudicandoselo a parametro zero.

Ha estimatori in Brasile, con il Gremio in prima fila.

25 presenze per lui lo scorso anno con la maglia della Samp. La condizione e la voglia ci sono. Un trequartista e, all'occorrenza, seconda punta, del genere è difficile che rimanga troppo tempo fermo ai box.

4. Hatem Ben Arfa

Hatem Ben Arfa
Ben Arfa con la maglia del Bordeaux / Marcio Machado/GettyImages

La carriera del francese, di origine tunisine, classe '87 è costellata di avventure in patria e in Premier League con fortune alterne. La scorsa stagione si è accasato al Bordeaux dove con 11 presenze e 2 gol non riesce a mostrare le qualità che lo contraddistinguono.

Le sue doti spiccatamente offensive lo rendono un serio pericolo per le difese avversarie. Nasce trequartista ma può ricoprire tutti i ruoli d'attacco.

5. Jack Wilshere

Jack Wilshere
Wilshere con la maglia del Bournemouth / Mike Hewitt/GettyImages

Centrocampista centrale, l'Arsenal lo cresce e lo conforta nei momenti più bui con i tanti, troppi, infortuni che ne bloccano a più riprese una carriera sempre sul punto di sbocciare.

Nel 2008, a 16 anni e 256 giorni, ha superato Cesc Fàbregas ed è diventato il più giovane esordiente dei Gunners nella storia della Premier League.

Nel 2016 lascia Londra per ripartire dal Bournemouth. Poi ancora Arsenal e infine West Ham. L'estate scorsa l'ha passata a sudare nei campi del centro sportivo del Como.

Molti club italiani si sono informati su di lui senza formulare una proposta, preoccupati dalla sua precarietà fisica.

6. Eliaquim Mangala

Eliaquim Mangala
Mangala con la maglia del Valencia / Alex Caparros/GettyImages

Francese, classe '91. Cresce nello Standard Liegi, passa per il Porto per mostrarsi all'Europa e chiudere la difesa dei lusitani. La Premier, precisamente il Manchester City, lo nota e gli affida le chiavi della fase difensiva.

Nel giro di due anni, però, i Citizens decidono di escludere il francese dal progetto. A quel punto trova posto all'Everton e al Valencia. Si ritrova svincolato e cerca un'occasione per continuare a fermare gli attaccanti avversari.

7. Dani Alves

Dani Alves
Dani Alves con la maglia del San Paulo / Pool/GettyImages

Un nome, una garanzia. L'esperto terzino destro brasiliano è il giocatore più titolato al mondo (44 trofei vinti) con l'aggiunta delle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Per anni è stato considerato uno dei terzini più forti e incisivi al mondo. Nelle ultime stagioni si è specializzato anche a centrocampo con fortune alterne.
Le ultime apparizioni le ha fatte registrare con la maglia del San Paolo.

La sua carta d'identità è un fattore però anche la sua intelligenza calcistica lo è. Potrebbe ancora essere utile in diversi contesti calcistici.

Potrebbe mettere al loro posto diversi attaccanti esuberanti ed è in cerca di nuovi stimoli.

8. Sebastian Giovinco

Sebastian Giovinco
Sebastian Giovinco con la maglia dell'Al-Hilal / Etsuo Hara/GettyImages

Tantissima Italia nella carriera di Seba prima di passare al Toronto e successivamente all’Al-Hilal.

Tante le voci su un suo possibile ritorno in Italia negli ultimi anni, ma mai una trattativa importante.

O almeno niente che sia poi andato in porto. Ora Giovinco è senza squadra e aspetta una chiamata (che potrebbe arrivare dal Toronto, suo ex club).

L'ex Juventus e Parma farebbe comodo a tanti se non a tutti, soprattutto a parametro zero. A 34 anni la Formica Atomica cerca il riscatto dopo una carriera passata in giro per il mondo.

9. Mateo Musacchio

Mateo Musacchio
Musacchio con la maglia della Lazio / Giampiero Sposito/GettyImages

L'argentino ha vissuto annate difficili in Serie A, prima giocando in un Milan che sembrava più un cantiere aperto che una squadra, poi l'esperienza di sei mesi nella Capitale, sponda Lazio.

La voglia di riscatto è tantissima per il centrale 31enne che ha ancora tutta la voglia di dire la propria sul campo da calcio. La sua esperienza e leadership rappresentano un ottimo biglietto da visita: 150 presenze in Liga col Villarreal, 67 presenze in Serie A e anche 6 gettoni in Nazionale.

10. Nabil Bentaleb

Nabil Bentaleb
Bentaleb con la maglia dello Schalke 04 / Alexander Hassenstein/GettyImages

Alto 187 centimetri. È un centrocampista mancino ma che si fa valere anche con il suo piede debole. Regista in mezzo al campo, fa della tecnica e della visione di gioco i suoi punti di forza.

La sua fisicità gli permette di avere la meglio nei contrasti. In Francia è stato spesso paragonato con Vieira. Nella sua ultima stagione in Bundesliga con la maglia dello Schalke 04 ha totalizzato appena 9 presenze.

Ha solamente 26 anni e potrebbe essere un rinforzo per diversi club.

11. Diego Perotti

Fenerbahce's new transfer Diego Perotti
Perotti con la maglia del Fenerbache / Anadolu Agency/GettyImages

La sua ultima apparizione in Italia è stata con la maglia della Roma nell'agosto 2020, nel match contro la Juventus, dove mise a referto due assist. Poi il trasferimento in Turchia dove è stato fermato dagli infortuni, tanto da aver totalizzato appena 4 presenze e 3 reti.

L'argentino ora è tornato a disposizione e cerca una squadra che gli dia fiducia.

12. Iago Falque

Iago Falque
Iago Falque con la maglia del Torino / Nicolò Campo/GettyImages

Una vecchia conoscenza del calcio italiano. Ha messo piede in Serie A nella stagione 2014-15.

Spagnolo, classe '90. Esterno di grandi qualità tecniche. Con la maglia del Torino ha dato il meglio di sé con 108 presenze e 32 gol.

13. Wilfried Bony

Wilfried Bony
Bony con la maglia della nazionale ivoriana / Visionhaus/GettyImages

Le aspettative su Bony erano altissime e lui non è riuscito a rispettarle pienamente. A 32 anni si ritrova svincolato e a caccia di un contratto.

Si tratta di un centravanti di fisico, abile nel gioco di sponda e nella protezione del pallone spalle alla porta.

È pronto a rimettersi in gioco.

14. Kevin Mirallas

SV Zulte Waregem v Royal Antwerp FC - Jupiler Pro League
Mirallas con la maglia dello Gaziantep FK / Isosport/MB Media/GettyImages

Agli inizi della sua carriera gli addetti ai lavori parlavano di lui per le sue importanti qualità tecniche e per la concretezza sotto porta. Ma non è mai riuscito a rispettare le aspettative nei suoi riguardi a causa della fragilità fisica.

In Italia ha vestito la maglia della Fiorentina, dove ha totalizzato 27 presenze e appena due reti.

Duttile tatticamente, preferisce partire sull'esterno per poi accentrarsi, ma può giocare anche da prima punta.

15. Andy Carrol

Andy Carroll
Carrol con la maglia del Newcastle United / Pool/GettyImages

Al tecnico del Cagliari, Walter Mazzarri, avrebbe fatto comodo un calciatore come Andy Carroll, ex centravanti di Newcastle e Liverpool.

Il giocatore sarebbe disponibile per una nuova esperienza lontano dalla Premier League e il Cagliari è tra le pretendenti al suo cartellino.

Ha 32 anni ed è il classico ariete centrale.

16. Ramires

Ramires
Ramires con la maglia del Palmeiras / Jam Media/GettyImages

Era il 24 aprile 2012 quando il brasiliano siglò la rete del 2-1 nella semifinale di Champions League con la maglia del Chelsea, contro il Barcellona. Il brasiliano poi vincerà quell'edizione della Champions League.

Successivamente metterà a referto anche una Europa League. Questo per spiegare il blasone di Ramires, sparito dai radar europei dopo aver accettato i tanti soldi arrivati dalla Cina. Tornerà mai in Europa?

17. Kwadwo Asamoah

Cagliari Calcio  v Juventus - Serie A
Asamoah con la maglia del Cagliari / Emanuele Perrone/GettyImages

La sua carriera parla da sola, con le positive esperienze con le maglie di Udinese, Juventus e Inter. Lo scorso anno ha giocato mezza stagione in Sardegna, senza però lasciare il segno.

La sua esperienza potrebbe essere comoda per tanti club, anche se bisognerà valutare la sua condizione fisica

18. Fernando Llorente

Fernando LLorente
Llorente con la magia dell'Udinese / Alessandro Sabattini/GettyImages

Dopo aver salutato l'Udinese in scadenza di contratto, Fernando Llorente si trova ancora senza squadra. Il centravanti spagnolo, con esperienze con le maglie di Athletic Bilbao, Juventus, Siviglia, Tottenham, Napoli e Swansea, è alla ricerca della sua ultima occasione.

E un giocatore con le sue caratteristiche non sarebbe disprezzato da diversi allenatori.

19. Senad Lulic

Senad Lulic of SS Lazio in action during the Serie A...
Lulic con la maglia della Lazio / Insidefoto/GettyImages

"Ancora un po’ di tempo, ma prima o poi rientro…".

Dopo dieci anni alla Lazio, lo scorso luglio Lulic ha salutato i colori biancoceleste: 282 presenze e 28 gol il suo score nella Capitale. Ha però spesso segnato gol pesantissimi. Durante la sua esperienza nella Lazio ha vinto due volte la Coppa Italia e due volte la Supercoppa Italiana.

Potrebbe ancora dire la sua, se gestito con parsimonia.

20. Carlos Tevez

Carlos Tevez
Tevez con la maglia Boca Juniors / Alexis Lloret/GettyImages

Con la fine dell'esperienza con il Boca Juniors, Carlos Tevez si ritrova svincolato. Gli anni sono ormai 37 e si fanno sentire, ma le qualità tecniche sono rimaste quelle che gli hanno permesso di giocare in diversi top club europei.

Sicuramente non potrà più garantire la corsa e il pressing asfissiante che ha contraddistinto il suo modo di giocare, ma tecnica può essere ancora un valore aggiunto per diversi club europei.

21. Graziano Pellè

Graziano Pellè
Pellè con la maglia del Parma / Silvia Lore/GettyImages

La sua ultima esperienza è stata quella con il Parma nella scorsa stagione. In precedenza, dopo il rigore sbagliato contro la Germania a Euro 2016, aveva preferito i soldi cinesi all'Europa che conta.

E oggi è finito un po' nel dimenticatoio. A 37 anni riuscirà a trovare un ultimo club prima di ritirarsi?


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit