PSG

Mbappé allo scoperto: "Volevo cambiare club in estate, ma il PSG ha detto no"

Alessio Eremita
Kylian Mbappé
Kylian Mbappé / BSR Agency/Getty Images
facebooktwitterreddit

Kylian Mbappé è stato a un passo dal Real Madrid in estate. Ma nemmeno l'offerta da 180 milioni di euro avanzata dal club spagnolo ha fatto tentennare il Paris Saint-Germain, che a poche ore dalla chiusura del calciomercato ha posto un veto alla cessione del fuoriclasse francese, arrivato nel 2017 dal Monaco e in scadenza di contratto al termine di questa stagione. Un secco no, quello del presidente Nasser Al-Khelaifi a Florentino Perez, nonostante la richiesta del classe '98 di voler lasciare Parigi.

Kylian Mbappe
Kylian Mbappé / Xavier Laine/Getty Images

A svelare il retroscena è stato lo stesso Mbappé: "Ho chiesto di partire, perché dal momento in cui non volevo rinnovare il contratto, volevo che il club avesse un'indennità dal mio trasferimento, così da potersi permettere un sostituto forte. Il PSG mi ha dato tanto, sono sempre stato felice qui in questi quattro anni, e lo sono ancora. Volevo che tutti ne uscissero bene, e che la storia tra di noi finisse mano nella mano con un buon accordo. Ma ho accettato la loro decisione e ho fatto sapere al club che se avessero voluto che io rimanessi, sarei rimasto. Hanno detto che ho rifiutato sei o sette offerte di rinnovo e che non voglio più parlare con Leonardo, ma non è vero. La mia posizione era chiara. Ho detto che volevo partire e l'ho fatto abbastanza presto. Non ho apprezzato che è stato detto che ho fatto la mia richiesta l'ultima settimana di agosto quando l'avevo chiesto a fine luglio" .


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit