PSG

Mbappé resta al PSG e Tebas attacca: "Insulto al calcio, Al Khelaifi pericoloso"

Javier Tebas
Javier Tebas / Pablo Cuadra/GettyImages
facebooktwitterreddit

Una telenovela arriva al suo epilogo, in un modo che appariva per certi versi impronosticabile fino a pochi giorni fa: Kylian Mbappé è pronto a prolungare il proprio accordo con il Paris Saint-Germain e a rifiutare dunque il corteggiamento serrato (e prestigioso) da parte del Real Madrid.

La decisione del calciatore, pronto a rinnovare per cifre da capogiro, non ha certo soddisfatto le Merengues e l'ambiente calcistico spagnolo più in generale, pensando soprattutto al tipo di accordo che il classe '98 si appresta a chiudere col PSG.

Il presidente della Liga, Javier Tebas, attacca tramite Twitter e lo fa in modo diretto e senza giri di parole. Questo quanto affermato sul prossimo accordo tra le parti, a dire di Tebas sintomatico di una visione malata del sistema calcistico: "Quello che il PSG sta facendo rinnovando il contratto di Mbappé con una grande quantità di denaro (a sapere in che modo lo paga), dopo perdite per 700 milioni nelle ultime stagioni e con 600 milioni di monte ingaggi, è un insulto al calcio. Al Khelaifi è pericoloso quanto la Superlega".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit