PSG

Mbappé: "Un anno fa volevo andare, hanno vinto i sentimenti. Ringrazio il Real"

Alessio Eremita
Kylian Mbappé
Kylian Mbappé / John Berry/GettyImages
facebooktwitterreddit

Kylian Mbappé ha risposto alle domande dei cronisti, in conferenza stampa, dopo aver firmato il rinnovo di contratto con il Paris Saint-Germain fino al 2025. Ecco i motivi della sua scelta: "È stata una decisione difficile, mi sono rifugiato nelle partite, in quello che so fare. Sapevo che avrei dovuto parlare ma avevo bisogno di prendermi del tempo. Tutti sanno che avrei voluto andare via un anno fa, era la decisione migliore. Stavolta il contesto è diverso, è una faccenda privata, da francese, vista l'importanza che ho nel Paese. Il lato sentimentale ha preso il sopravvento ed è cambiato anche il progetto sportivo, sono cambiate tante cose. Pieni poteri? Sono un calciatore, non ho altri ruoli, non voglio andare oltre".

Kylian Mbappe, Nasser Al Khelaifi
Kylian Mbappé, Nasser Al Khelaifi / John Berry/GettyImages

"Ho deciso da una settimana ma ho tenuto il segreto anche nello spogliatoio perché volevo che fosse una sorpresa per tutti. Ho preso la decisione, poi ho chiamato Florentino Perez. Ora mi concentro su questo nuovo progetto, in questa nuova era. Non so dove sarò tra tre anni, so solo che la mia storia qui non è finita", ha proseguito Mbappé.

Il fuoriclasse francese ha voluto dedicare un messaggio di affetto ai tifosi del Real Madrid, club a cui è stato molto vicino nelle ultime settimane: "Voglio ringraziarli. Non ho mai indossato la maglia del Real, ma mi hanno sempre trattato come uno di loro. Capisco la delusione ma spero che capiranno che ho scelto di rimanere nel mio Paese. Sono francese e come francese voglio portare la Francia in alto ed essere un traino per la Ligue 1 e il PSG".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit