Inter

Marotta: "Frattesi-Scamacca? Sì al made in Italy. Dybala? I tentativi vanno fatti"

Alessio Eremita
Giuseppe Marotta
Giuseppe Marotta / Marco Canoniero/GettyImages
facebooktwitterreddit

Giuseppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter, ha parlato ai microfoni di Sport Mediaset prima del match di Coppa Italia contro l'Empoli. Ecco le sue dichiarazioni.

COPPA ITALIA - "La Coppa Italia è un obiettivo perché l'Inter dove partecipa ha l'obbligo di ottenere il massimo: questo significa stasera passare il turno".

SCAMACCA E FRATTESI - "Voglio fare i complimenti a Carnevali per la sua ottima gestione a Sassuolo e per la valorizzazione di talenti: normale che l'attenzione su questi ragazzi ci sia da parte dei top club. Normale che l'Inter li guardi con attenzione: noi tutti insieme lavoriamo con l'intento di rafforzare il più possibile l'Inter guardando soprattutto il made in Italy: questo aspetto viene sottovalutato, ma siamo un movimento calcistico di livello. Dobbiamo riconoscere però i meriti di questo gruppo, che ci sta dando soddisfazioni e formato da ottimi professionisti: siamo sulla strada buona per creare uno zoccolo duro".

RINNOVO - "Noi non abbiamo agenti che ci rappresentano, siamo uomini e ci basta uno sguardo: ci siamo confrontati col presidente e siamo tutti soddisfatti e felici di continuare: non potremmo che esserlo, è un periodo felici. L'Inter è un club di grande prestigio, è automatico il rinnovo: l'ufficialità la annuncerà la società nei giusti tempi".

Paulo Dybala
Paulo Dybala / Nicolò Campo/GettyImages

DYBALA - "Quando un giocatore di quel valore si avvicina alla scadenza, è normale venga avvicinato ai top club: queste discussioni e queste suggestioni sono quindi ricorrenti. E' giusto ricordare che noi abbiamo un reparto offensivo di grande valore, sono tutti professionisti che rispondono alle nostre sollecitazioni. Il management deve essere ambizioso nell'andare alla ricerca di giocatori e alzare l'asticella: e se non viene centrato l'obiettivo non importa, ma i tentativi vanno fatti. E' normale che ci siamo sui giocatori, nel caso specifico il reparto offensivo ci dà garanzie, anche Inzaghi è contento".

ADDII ESTIVI - "Noi guardiamo con felicità il presente di un'Inter che è inserita in un palcoscenico idoneo alla sua storia: è merito di tutte le componenti societarie, dalla proprietà fino all'ultimo componente. L'appeal è tornato molto forte, la testimonianza viene da tantissime disponibilità ad offrirsi per venire all'Inter: questo è motivo d'orgoglio per tutti".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit