Inter

Marotta: "Le due stelle un obiettivo. Brozovic vuole restare all'Inter"

Stefano Bertocchi
Beppe Marotta
Beppe Marotta / Ciancaphoto Studio/GettyImages
facebooktwitterreddit

Intervenuto in collegamento con '90esimo' su Rai 2, l'ad dell'Inter Beppe Marotta analizza i temi caldi in casa nerazzurra partendo dal lavoro di Simone Inzaghi: "Immaginavo ci fossero più difficoltà. In realtà Simone si è inserito con più facilità del previsto nella nostra situazione e supportato dalla società, dai dirigenti, Ausilio, Baccin, è riuscito a dimostrare il suo vero e autentico valore: secondo me oggi rappresenta il valore aggiunto del nostro club e dell'area tecnica. Come mai Inzaghi è riuscito ad arrivare agli ottavi di Champions League e Conte no? Forse una risposta precisa non c'è. Facendo una breve retrospettiva storica ed entrando nel clima natalizio, ricordo che quest'estate il club è stato condizionato da turbolenze forti e temporali violenti, fortunatamente abbiamo trovato la nostra stella polare che ci guidasse nel migliore dei modi. Siamo riusciti a trovare la strada giusta con un riequilibrio economico del club, con tre cambiamenti legati alle partenze di HakimiLukaku ed Eriksen, oltre al cambio dell'allenatore. Questa è stata la grande difficoltà in quel momento, ma siamo riusciti a facilitare l'ingresso di Inzaghi".

OBIETTIVO SCUDETTO - "Dall'altra parte c'è la stella luminosa che ha un significato molto più ampio: le due stelle sono il nostro obiettivo, rappresenterebbero il ventesimo scudetto. Due come il segno di vittoria, il nostro grande obiettivo che tutti insieme con grande umiltà dovremo perseguire. Se Conte si sarà pentito? Non credo. Però non bisogna mai rinvangare il passato. Credo che Conte abbia tracciato un solco importante in questo processo evolutivo e di crescita. Dal punto di vista tattico, della mentalità di gioco e caratteriale il lavoro di Conte si è visto, così come si sta vedendo il lavoro di Simone Inzaghi. Questo è nella logica delle cose e dei tempi. Abbiamo ottenuto una grande vittoria, vorremmo ripetere questo risultato importante che sarebbe un grande regalo per i nostri tifosi, per la nostra proprietà e per noi stessi. Sarebbe anche un segno di crescita ulteriore che ha portato anche all'ulteriore qualificazione agli ottavi di Champions League che mancavano da dieci anni".

Marcelo Brozovic
Marcelo Brozovic / Marco Canoniero/GettyImages

IL RINNOVO DI BROZOVIC - "Abbiamo alcuni temi da affrontare nell'ambito dei rinnovi contrattuali. La base di partenza è che noi siamo contenti dei nostri giocatori che andranno in scadenza e con loro abbiamo avviato delle nuove negoziazioni. Speriamo di poterle portare a termine con profitto per tutti. Brozovic è un giocatore molto importante, ha manifestato la volontà di rimanere nell'Inter, quindi da parte nostra c'è grande felicità, ora si tratta di negoziare dal punto di vista economico, queste sono le difficoltà maggiori, ma sono molto ottimista da questo punto di vista".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit