Serie A

Marino: "Szczesny da rosso, mano di De Ligt da rigore". Poi l'attacco a Marelli

Stefano Bertocchi
 Umberto Marino
Umberto Marino / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'1-1 di Bergamo tra Atalanta e Juventus lascia rabbia e delusione in casa nerazzurra, soprattutto per alcuni episodi arbitrali. L'ha sottolineato a fine gara Umberto Marino, direttore generale della Dea, intervenuto a DAZN dopo che l'ex arbitro Luca Marelli aveva spiegato come le decisioni sul fallo di Szczesny e sul presunto mani di De Ligt siano state corrette: Fortunatamente Marelli non arbitra più. Quello è un fallo da rosso, e anche il fallo di mano di De Ligt è rigore. Commentiamo gli episodi per quello che sono, suvvia. Questa è la nostra visione. Domani riaprite il regolamento”.

Jeremie Boga, Manuel Locatelli
Jeremie Boga e Manuel Locatelli / Chris Ricco/GettyImages

Sulla partita:
“Ottima per l’Atalanta, in passato è mancata un po’ di fortuna. Bisogna fare un grande elogio a chi è sceso in campo contro una grande Juve, che veniva da una serie importante di risultati utili”.

Su Boga:
“Porta la possibilità di creare superiorità numerica, la famiglia Percassi ha fatto un grande investimento. Potrà dare un grande contributo, ora per Muriel è più difficile. Il campionato è lunghissimo, guardo dietro e vedo squadre come Roma, Lazio e Fiorentina che potrebbero agganciare il quarto posto”.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit