Juventus

Marino: "Juve, se prendi Molina non sbagli. Vlahovic? Nuovo Lewandowski"

Stefano Bertocchi
Pierpaolo Marino
Pierpaolo Marino / Ivan Romano/GettyImages
facebooktwitterreddit

C'è tanta Juventus nella lunga intervista concessa oggi a Tuttosport da Pierpaolo Marino, dt dell'Udinese. Ecco i passaggi principali:

Pierpaolo Marino
Pierpaolo Marino / Enrico Locci/GettyImages

ALLEGRI- "Max è il mio pupillo dai tempi di Pescara, ma al primo anno non si fanno miracoli. Non è nuovo ad inizi di stagione con l’handicap e a grandi rimonte. Però stavolta un po’ l’addio all’ultimo di Cristiano Ronaldo e un po’ l’arrivo di Vlahovic soltanto a gennaio hanno complicato tutto. Allegri ha tante giustificazioni. Da giocatore era genio e sregolatezza, in panchina è soltanto genio: come cerebralità è unico. Io, come valore, lo metto allo stesso livello di Guardiola e Klopp. Passa per difensivista, Max, in realtà incarna alla perfezione la filosofia Juve: "conta solo vincere"".

MOLINA- "A me ricorda Cuadrado. Nahuel è un laterale offensivo, serve assist e segna. E può giocare quarto di difesa a destra, come nell’Argentina, o quinto di centrocampo come succede da noi. È da big. Juve? Dell’interesse ho sentito anche io in giro e non sono stupito: con Molina non si sbaglia. Con la Juventus abbiamo un ottimo rapporto, però ci sono altri club europei interessati. Mi aspetto una bella bagarre in estate. Ma non darei nulla per scontato: la famiglia Pozzo ha la forza economica per trattenere i suoi migliori giocatori, poi per politica societaria noi non incateniamo nessuno".

DE PAUL- "Rodrigo deve essere un titolarissimo anche nell’Atletico Madrid, un po’ come gli capita nell’Argentina. Se il suo utilizzo non migliorerà in fretta, un ritorno in Serie A non mi stupirebbe. Sarebbe perfetto per la Juventus del post Dybala".

DYBALA- "Certe storie nel calcio moderno sono destinate a un naturale epilogo. È una separazione che farà bene tanto alla Juventus quanto a Dybala. Chi prenderà Paulo farà un affare. Chi lo ingaggerà? L’Inter. Marotta ha un buon rapporto con Paulo e questo aspetto farà la differenza".

VLAHOVIC- "Per me Dusan ha qualcosa di Anastasi e sarà il nuovo Lewandowski, seppur abbia meccaniche diverse. Vlahovic nel giro di 2-3 anni sarà il centravanti più forte del mondo e diverrà un pezzo da 200-250 milioni".

DE LIGT- "Non mi stupirebbe un’offerta importante dall’Inghilterra. De Ligt è giovane, top e ha caratteristiche ideali per la Premier".


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit