Mancini e le prime "ombre azzurre": battere la Svizzera per ritrovare il sereno

Omar Abo Arab
Roberto Mancini
Roberto Mancini / Claudio Villa/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il legame tra Roberto Mancini, soprattutto dopo lo strepitoso Europeo vinto tre mesi fa nella notte di Wembley , e l'Italia si è rinsaldato. Ma negli ultimi tempi si è un po' tornati a discutere della sua creatura, in particolar modo dopo la sconfitta con la Spagna in semifinale di Nations League. Una settimana che si è chiusa con la vittoria sul Belgio nella finalina che è valsa il terzo posto, ma comunque particolare vista l'emersione del nome del Commissario Tecnico nel caso Pandora Papers (così come il suo "gemello", amico e collaboratore Gianluca Vialli).

Roberto Mancini
Roberto Mancini / Claudio Villa/GettyImages

Ombre raccontate dall'edizione odierna del Corriere dello Sport che il tecnico azzurro intende spazzare via battendo la Svizzera nel prossimo impegno del 12 novembre e apporre il visto sul passaporto per il Qatar e il Mondiale del 2022. Le critiche arrivate a Mancini, infatti, sono incominciate ad arrivare dopo l'1-1 con la Bulgaria e lo 0-0 con la Svizzera, con l'umore della Nazionale cambiato rispetto all'entusiasmo europeo estivo anche per le forti critiche a Ciro Immobile. Se poi consideriamo che il ko con la Spagna ha interrotto una serie di 37 risultati utili di fila... la nuova serenità può tornare solo vincendo con la Svizzera, cominciando già a pensare al Mondiale.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit