Premier League

Lo stile Ajax è la chiave per la rinascita del Manchester United?

Francesco Castorani
Melbourne Victory v Manchester United
Melbourne Victory v Manchester United / Matthew Ashton - AMA/GettyImages
facebooktwitterreddit

Gli allenatori portano con sé il proprio stile e influenzano prepotentemente il modo di giocare dei calciatori. Spesso si discute su quanto la forza di un tecnico dipenda dal valore della rosa, ma i tecnici migliori del pianeta mettono una firma riconoscibile sulla squadra a disposizione, indipendentemente dalla qualità della stessa. Se dovesse confermarsi ai livelli dell'Ajax, Erik Ten Hag regalerebbe ai red devils un gioco divertente, giovani sorprese e una qualità che a Manchester non si vede da anni.

Per fare tutto ciò c'è bisogno di una vera rivoluzione. L'allenatore olandese sta conoscendo i suoi giocatori e costruendo la sua rosa con uno stile che potremmo definire "Stile Ajax", o "olandese", per provare a semplificare la questione e posizionare il Manchester United 2022-23 in una determinata categoria del nostro immaginario.

Bruno Fernandes
Bruno Fernandes / Matthew Ashton - AMA/GettyImages

L'allenatore che proviene da una determinata cultura spesso porta con sè alcuni calciatori e costringe altri a salutare. Il mercato dei red devils, in questo caso, parla olandese. Da Manchester sono andati via il brasiliano Andreas Pereira (Fulham), Paul Pogba (Juventus), Nemanja Matic (Roma), Jesse Lingard, Edinson Cavani e Juan Mata (ancora svincolati).
Sono tornati invece dai rispettivi prestiti Axel Tuanzebe (Napoli), Facundo Pellistri (Alavés), Anthony Martial (Siviglia) e a Old Trafford hanno messo piede per la prima volta con la maglia dello United il danese Christian Eriksen (un passato all'Ajax), il centrale Lisandro Martinez, pagato alla squadra di Amsterdam circa 60 milioni di euro e il terzino in forza al Feyenoord Tyrell Malacia.

Tre acquisti targati Ten Hag che in rosa ha ritrovato la sua scoperta Donny van de Beek. Il mercato in entrata è però tutt'altro che completato: per compiere una rivoluzione serve tempo e per provare a ridurre questo tempo servono centinaia di milioni. Lo United, stando alle indiscrezioni, è pronto a spenderli con Ten Hag chiamato inoltre rivitalizzare alcuni giocatori della rosa, sottotono nelle passate stagioni.

Donny van de Beek
Donny van de Beek / Matthew Ashton - AMA/GettyImages

Con le ufficialità di Martinez e Malacia il Manchester potrebbe chiudere qui la campagna acquisti nel pacchetto arretrato. Anche perché dopo aver investito 80 milioni per i due "olandesi", ne servono altrettanti per portare Frenkie de Jong dalla Spagna all'Inghilterra. I red devils hanno raggiunto l'accordo con il Barcellona, ma Ten Hag non è ancora riuscito a convincere il suo ex pupillo all'Ajax.

Frenkie De Jong
Dr Jong ai tempi dell'Ajax / Soccrates Images/GettyImages

Dall'Olanda inoltre i nomi non sarebbero terminati. Riguarda le ultime novità la notizia di un interessamento dei red devils per il mediano Ibrahim Sangaré del PSV. Tutti i centrocampisti vanno intesi come piano B in caso di fallimento dell'operazione De Jong, giocando il Manchester con una mediana a due nel 4-2-3-1 e avendo già in rosa Fred, McTominay, Van de Beek e il giovane iracheno Zidane Iqbal, che si è distinto in questo inizio di precampionato.

Zidane Iqbal
Zidane Iqbal / Matthew Ashton - AMA/GettyImages

In avanti la trequarti è coperta da Bruno Fernandes e Christian Eriksen, con Rashford e Sancho titolari sulle fasce, e tanti giovani che stanno lottando per convincere Ten Hag (Pellistri, Elanga, Diallo, Chong, Garnacho). L'obiettivo Antony è ancora vivo, ma le richieste dell'Ajax sono molte alte; Ajax che lega anche Brobbey e Ten Hag. L'olandese è tornato a Lipsia e gradirebbe giocare con il suo ex allenatore.

Brian Brobbey
Brian Brobbey / Dean Mouhtaropoulos/GettyImages

Tutti quanti a supporto di chi? In teoria Cristiano Ronaldo, ad oggi Anthony Martial. Con il portoghese che si autoescluso dalla tournee e le cui intenzioni sono dichiaratamente di andar via, c'è molta incertezza sul futuro attaccante dei red devils. Ten Hag e la dirigenza hanno più volte ribadito che Ronaldo non solo non è in vendita, ma rappresenta un elemento fondamentale del progetto United. La volontà del portoghese però non è cambiato e il suo potere mediatico è noto a tutti.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo / Soccrates Images/GettyImages

Fortunatamente un'operazione di restauro che sembra funzionare è quella di Ten Hag su Anthony Martial, il cui talento si è disperso negli anni nella fisicità della Premier League. Il francese ha iniziato alla grande questa nuova stagione segnando sia nel 4-0 della prima uscita contro il Liverpool che nel 4-1 ai danni degli australiani del Melbourne Victory. Se alla fine lo United decidesse di lasciar partire Cristiano Ronaldo, Ten Hag dovrebbe puntare sull'attuale numero 9?

Liverpool v Manchester United - Preseason Friendly
Anthony Martial / Supakit Wisetanuphong/MB Media/GettyImages

Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit