Juventus

Lippi ripensa alla Champions del 2003: "Avessi avuto Nedved quella finale col Milan l’avrei vinta"

Stefano Bertocchi
Marcello Lippi
Marcello Lippi / Fred Lee/GettyImages
facebooktwitterreddit

Sono tanti i temi affrontati da Marcello Lippi durante l'intervento sul palco del 'Festival dello Sport' di Trento organizzato da La Gazzetta dello Sport: "Vedo Milan, Inter e Napoli più avanti delle altre, ma guai a far fuori la Juve: già in passato ha messo su altre rimonte" ha detto l'ex ct della Nazionale italiana campione del mondo nel 2006 sul campionato in corso.

Nei discorsi si fa in fretta a tornare anche nel passato, quando era alla guida della Juventus: “Un giocatore che schiererei sempre tra quelli allenati? Rispondo con quello che non ho potuto mettere in campo nella finale Champions del 2003: avessi avuto Nedved (squalificato, ndr) quella finale col Milan l’avrei vinta la frecciata del tecnico, che torna sulla squalifica del centrocampista ceco ad anni di distanza.

Rui Costa of AC Milan challenges Edgar Davids of Juventus
Il duello tra Davids e Pirlo in finale / Laurence Griffiths/GettyImages

"Quando persi a Manchester contro il Milan nessuno voleva tirare il rigore, solo Trezeguet a un certo punto si offrì. Era lo stesso Trezeguet, unico a sbagliare nella finale del 2006. Quando si avviava a batterlo, lo guardai e dentro di me pensai 'oh, qualcosa mi devi…'” conclude Lippi nel suo racconto amarcord.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit