Primo Piano

Le quote promozione e la storia in Serie A di Lecce, Cremonese, Pisa e Monza

Francesco Castorani
Lecce v Pordenone - Serie B
Lecce v Pordenone - Serie B / Donato Fasano/GettyImages
facebooktwitterreddit

Dopo Lecce e Cremonese, c'è attesa per l'ultima promossa al campionato di Serie A 2022/23. La finale Playoff sarà Pisa-Monza e avrà luogo in un doppio confronto con i toscani che giocheranno la gara di andata in trasferta in Brianza il 26 maggio e accoglieranno il Monza a Pisa tre giorni dopo. Le due squadre, classificatesi rispettivamente terze e quarte, hanno rispettato il pronostico arrivando agli ultimi 180 minuti che decideranno il futuro della prossima stagione.

Al Pisa è bastata la rete di Benali per pareggiare la sconfitta dell'andata e passare il turno contro il Benevento in virtù del miglior posizionamento in classifica; discorso nemmeno aperto per il Monza che ha battuto il Brescia 2-1 in entrambi i turni. Regola, sopracitata, che non ci sarà nella doppia finale in quanto Pisa e Monza hanno concluso il campionato con lo stesso numero di punti.

Le quote nel turno d'andata vedono favorito il Monza, la cui vittoria in Brianza è data a 2. Il pareggio è a 3.20, mentre la vittoria esterna del Pisa a 3.85 (Quote Betaland).

La loro storia in Serie A

Con quella della prossima stagione saranno 17 le partecipazioni del Lecce nel massimo campionato italiano. La squadra con più tradizione in Serie A delle quattro è senza dubbio quella pugliese e anche quella vista più recentemente nella massima serie (2019/2020). Il miglior piazzamento dei giallorossi è un nono posto che risale alla stagione 1988/89 con Carlo Mazzone in panchina.

La Cremonese torna in Serie A 26 anni dopo l'ultima volta. Nel massimo campionato italiano vanta 7 partecipazioni e gli anni migliori della sua storia sono senza dubbio gli anni Novanta. Con Gigi Simoni in panchina sono arrivati i migliori risultati di sempre: la promozione in Serie A e le tre stagioni consecutive nella massima serie italiana con il picco del decimo posto nel 1993/94.

Sono 7 in Serie A anche le partecipazioni del Pisa che non milita nel nostro massimo campionato da più di 30 anni. Il miglior risultato è l'undicesimo posto della stagione 1982/83 con il brasiliano Luis Vinicio sulla panchina dei toscani.

Sarebbe invece la prima volta per il Monza targato Berlusconi dalla sua fondazione. La squadra brianzola non ha mai partecipato al massimo campionato italiano. Il risultato raggiunto quest'anno (la finale) eguaglia quello della stagione 1978-79 con Alfredo Magni in panchina. Stagione in cui i biancorossi fallirono l'accesso alla Serie A perdendo 2-0 con il Pescara sul campo neutro di Bologna.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit