Europeo Femminile

Le migliori calciatrici della fase a gironi dell'Europeo Femminile

Kosovare Asllani
Kosovare Asllani / Naomi Baker/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'Europeo Femminile è arrivato ai quarti di finale, stasera è in programma la prima delle sfide che stabiliranno le semifinaliste del torneo (Inghilterra-Spagna, ore 21.00).

Le tre giornate dei gironi, purtroppo fatali per l'Italia, hanno regalato conferme e sorprese sia a livello di squadra che di singole giocatrici: non sono mancate calciatrici in grado di trovare continuità di rendimento, partecipando in modo evidente al passaggio del turno delle rispettive Nazionali.

Vediamo dunque le migliori individualità espresse da Euro 2022, pensando alla fase a gironi, in vista dei quarti di finale.

Kosovare Asllani - Svezia

Kosovare Asllani
Asllani / Naomi Baker/GettyImages

Vera e propria trascinatrice della Svezia, passata come prima nel girone grazie alla miglior differenza reti rispetto all'Olanda. Tecnica sopraffina e soprattutto capacità di servire palloni perfetti alle compagne, come dimostrano i tre assist collezionati nelle tre partite della fase a gironi, numeri impreziositi poi dal gol segnato nel 5-0 sul Portogallo. Qualità che non possono che ingolosire il Milan che, nella prossima stagione, potrà contare proprio sulla svedese.

Millie Bright - Inghilterra

Millie Bright
Millie Bright / Naomi Baker/GettyImages

Tra i vari aspetti degni di considerazione, nel passaggio del turno dell'Inghilterra padrona di casa come prima del girone, spicca certo la cascata di reti della Mead ma, al contempo, non è possibile trascurare la solidità difensiva espressa da Mille Bright. La calciatrice del Chelsea ha messo in chiaro le cose fin dal debutto contro l'Austria, emergendo come la leader difensiva delle inglesi e come prototipo di centrale completa, dando un contributo fondamentale nel gioco aereo, nei contrasti e nel far ripartire il gioco.

Lina Magull - Germania

Lina Magull
Lina Magull / Robin Jones/GettyImages

Anche la Germania, così come l'Inghilterra, ha ottenuto l'accesso ai quarti con tre vittorie su tre: un percorso netto insomma, come quello delle inglesi, caratterizzato anche in questo caso dalla porta rimasta inviolata. Tra le giocatrici più in vista della Nazionale tedesca si è messa immediatamente in mostra Lina Magull: gol e assist al debutto (eletta miglior giocatrice contro la Danimarca) ma anche un gran contributo in fase di non possesso, con un pressing sempre efficace sulle avversarie.

Beth Mead - Inghilterra

Beth Mead
Beth Mead / Visionhaus/GettyImages

Numeri che parlano e che non hanno troppo bisogno di spiegazioni: cinque gol segnati nelle tre partite disputate fin qui, una media di 1,67 gol a partita dunque e la capacità di convertire in gol la metà delle conclusioni tentate a rete fin qui. Statistiche rese ancor più impressionanti dai tre assist fornite alle compagne, diventando di fatto la giocatrice più influente e decisiva in fase offensiva dell'intero torneo.

Irene Paredes - Spagna

Irene Paredes
Irene Paredes / Visionhaus/GettyImages

Dopo un inizio a dir poco difficile la Paredes ha dato un senso alla fascia stretta attorno al braccio: leader della Spagna, capace di rilanciarne le ambizioni e di superare lo shock dello svantaggio iniziale con la Finlandia. Al di là del gol del provvisorio pareggio, al debutto, è stata protagonista in positivo anche nell'ultima sfida del girone - contro la Danimarca - ed è evidente come le speranze spagnole di superare l'ostacolo dei quarti passino in larga parte dalla tenuta difensiva e dalla prestazione della Paredes.

Nicky Evrard - Belgio

Nicky Evrard
Nicky Evrard / Robbie Jay Barratt - AMA/GettyImages

Il Belgio partiva sulla carta come la formazione forse meno competitiva del gruppo D, quello dell'Italia, ma alla fine è riuscito a ottenere un pass per i quarti di finale e si prepara dunque ad affrontare la Svezia. Tanti dei meriti vanno anche a Nicky Evrard, capace di parare due rigori nelle prime due sfide del girone e autrice di grandi parate anche nell'ultima e decisiva sfida contro l'Italia, interventi fatali per spegnere le ambizioni azzurre di passaggio del turno.

facebooktwitterreddit