Mondiali 2022

Le maglie più belle dei Mondiali di Qatar 2022

La redazione di 90min
Yoshida
Yoshida / ANP/GettyImages
facebooktwitterreddit

Manca poco più di un mese all'inizio dei Mondiali di Qatar 2022, un evento dalla portata in sé evidente che trova nell'insolita collocazione nel calendario un ulteriore motivo d'interesse.

Agli occhi dei tifosi azzurri è logico un moto di distacco e rimpianto, in questa marcia di avvicinamento, restano però tanti i motivi di attenzione: uno di questi riguarda le maglie che le Nazionali coinvolte indosseranno nel corso della competizione.

Tra le divise presentate alcune meritano una menzione particolare e appaiono decisamente riuscite, vediamo quali.

12. Olanda (maglia away)

Virgil van Dijk of Netherlands seen during the UEFA Nations...
Virgil van Dijk / SOPA Images/GettyImages

La maglia home dell'Olanda per i Mondiali di Qatar non ha raccolto consensi unanimi, un tono su tono destinato a dividere a livello di reazioni, ma la away rappresenta senz'altro un riferimento positivo ad altre maglie già indossate dagli Orange in passato. Maglia blu con dettagli arancioni e con la parte inferiore al colletto che riprende quanto si sta vedendo quest'anno coi club griffati Nike, Inter in primis.

11. Qatar (maglia home)

Homam Ahmed
La maglia del Qatar / Robbie Jay Barratt - AMA/GettyImages

Maglia all'insegna della semplicità quella del Qatar per lo storico Mondiale che si disputerà proprio in casa, una maglia che trova un valore aggiunto nel dettaglio presente sulle maniche, a rompere un kit altrimenti senza guizzi: da segnalare, insomma, il dettaglio che riprende la bandiera qatariota, in bianco, col peculiare disegno. Lo stemma e il logo Nike si trovano entrambi al centro.

10. Inghilterra (maglia away)

Jude Bellingham
Bellingham con la maglia away / Visionhaus/GettyImages

Un po' come detto per l'Olanda le reazioni al kit home non sono state entusiastiche, in linea generale, mentre il gusto decisamente retro della maglia away ha colto nel segno. Il riferimento è al kit Umbro realizzato per Italia '90, un paragone spontaneo e diretto che sembra aver soddisfatto i tifosi dell'Inghilterra.

9. Senegal (maglia home)

Puma ha spesso azzardato soluzioni insolite e non sempre apprezzate, discorso che può valere anche per la maglia home del Senegal, ma in questo caso - pensando alla away - la divisa per i Mondiali 2022 appare al contempo semplice e gradevole, risultando nel complesso promossa.

8. Germania (maglia away)

Il binomio composto dalla Germania e dallo sponsor tecnico Adidas è da sempre prodigo di belle maglie, in questo caso - proiettandoci sui Mondiali in Qatar - convince di più la soluzione scelta per la seconda maglia, rossonera con dettagli in oro, che non quella home (con striscia nera verticale al centro).

7. Corea del Sud (maglia home)

Son Heung-Min
Son in amichevole / Chung Sung-Jun/GettyImages

La maglia home della Corea del Sud per i prossimi Mondiali si pone senz'altro su un discorso di discontinuità rispetto alla tradizione, senza blu e bianco e con una tonalità di rosso ben diversa rispetto alla tradizione (più verso il salmone) e i dettagli in nero. Poco tradizionale, dunque, ma esteticamente apprezzabile.

6. Spagna (maglia home)

Ferran Torres
Ferran Torres / Eric Alonso/GettyImages

Adidas e la Spagna sono andate sul sicuro per l'esperienza qatariota dei Mondiali. Una maglia sicuramente sul solco della tradizione della Roja, con dettagli in blu navy e tanti dettagli apprezzabili, a partire dal colletto che emerge come vero punto di forza della divisa.

5. Galles (maglia away)

Gareth Bale
Bale / BSR Agency/GettyImages

La semplicità di una maglia del tutto classica per Adidas trova un contraltare interessante nei dettagli, anche in questo caso - come in quello della Spagna - è il colletto a diventare protagonista del kit (in questo caso away). Da apprezzare anche lo stemma del Galles, in versione "minimal" ma perfettamente riuscita.

4. Francia (maglia home)

Raphael Varane
Varane / Jean Catuffe/GettyImages

La Francia campione in carica arriverà in Qatar con un kit all'insegna della tradizione e dell'eleganza, con dettagli dorati e il classico blu navy. Stavolta, a differenza della maglia di Russia 2018, non ci saranno dettagli in azzurro più chiaro sulle maniche ma la divisa sarà tutta in tinta unita.

3. Giappone (maglia home)

International Friendly"Japan v Ecuador"
Giappone-Ecuador / ANP/GettyImages

Nell'immaginario di chi segue il Giappone da lontano, pensiamo anche a quanto accade in Italia, la connessione col mondo dei manga e dei cartoni animati (con un pizzico di nostalgia) è sostanzialmente automatica. Adidas e la Nazionale nipponica stavolta assecondano in pieno tale associazione, con un kit ispirato direttamente a Blue Lock e Giant Killing (due manga a tema calcistico popolari nel Sol Levante).

2. Ecuador (maglia home)

Sia la prima che la seconda maglia dell'Ecuador per Qatar 2022 appaiono perfettamente azzeccate e in linea con l'identità del Paese sudamericano. Con la divisa home Marathon ha osato meno, è chiaro, ma i dettagli geometrici tono su tono e quelli rossi e blu, sotto alle maniche, appaiono apprezzabili così come il rinnovato stemma nazionale.

1. Messico (maglia away)

Il Messico ha regalato anche in un passato non troppo prossimo delle divise divenute di culto, maglie iconiche e profondamente legate alla cultura del Paese e alla sua storia. L'avventura a Qatar 2022 non farà eccezione, pensando al kit away, con Adidas che ha decisamente lasciato grande libertà nella realizzazione della maglia, senza le solite soluzioni preconfezionate.

facebooktwitterreddit