Champions League

Le ingenti perdite delle italiane in caso di uscita ai gironi di Champions League

Giancarlo Pacelli
Official UEFA Champions League Adidas match ball is seen...
Official UEFA Champions League Adidas match ball is seen... / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Champions League oltre a portare prestigio internazionale, regala anche introiti milionari essendo l'evento principale del panorama calcistico europeo. Il pessimo inizio di Inter e Juventus, entrambe infatti annaspano nei loro rispettivi gironi, potrebbe portare a gravi problemi economici, enfatizzando tutte le criticità del caso all'interno dei due club. In un articolo di oggi La Gazzetta dello Sport ha cercato di fornire i numeri degli introiti che si incassano nelle varie fasi della competizione.

I numeri sono abbastanza chiari. Nella fase a gironi ogni vittoria equivale a 2,8 milioni di euro, il pareggio invece "solo" 980mila euro. Il vero salto di qualità, che negli ultimi anni è spesso risultato precluso alle squadre nostrane, regala 9,6 milioni di euro, mentre il successivo accesso ai quarti, un altro nostro tabù, regala 10,6 milioni di euro. In semifinale e finale invece i club conquistano rispettivamente 12,5 e 15,5 milioni di euro. In più il club vincitore del trofeo incassa anche 4,5 milioni di euro.

UEFA Champions League match FC Internazionale vs Bayern Munich in Milan, Italy
Inter-Bayern / Anadolu Agency/GettyImages

Complessivamente quindi uscire ai gironi comporta una "figuraccia" a livello sportivo, ma equivale a un disastro anche dal punto di vista finanziario, anche senza dover tirare in ballo ciò che concerne i diritti TV e il tema del market pool riservato all'Italia (dipendente dal rendimento di tutte le squadre e calcolabile dunque solo a posteriori).

facebooktwitterreddit