Liste

Le 5 maglie più iconiche della Nazionale italiana

Andrea Gigante
L'Italia nel '94
L'Italia nel '94 / Mike Hewitt/GettyImages
facebooktwitterreddit

Con l'interruzione della partnership con Puma, la Nazionale Italiana avrà un nuovo sponsor tecnico. A partire dal 2023 sarà infatti Adidas a vestire gli Azzurri.

Noi non vediamo l'ora di scoprire le nuove divise per i prossimi impegni. Intanto però ripercorriamo quelle che sono state le 5 maglie più iconiche della storia dell'Italia.

1. Spagna '82

Dino Zoff, Giancarlo Antognoni, Gaetano Scirea, Francesco Graziani, Fulvio Collovati, Claudio Gentile, Paolo Rossi, Bruno Conti, Antonio Cabrini, Gabriele Oriali, Marco Tardelli
Gli Azzurri campioni del mondo / Alessandro Sabattini/GettyImages

La maglia con la quale gli Azzurri hanno alzato al cielo la Coppa del Mondo del 1982 è targata Le Coq Sportif. Per la prima volta la divisa ha il colletto a polo sul quale il marchio francese inserisce anche delle strisce tricolori. Rispetto alle versioni precedenti cambia leggermente lo scudetto, con l’aggiunta della sigla FIGC nel bianco del tricolore.

2. USA '94

1994 WORLD CUP FINAL
Fa ancora male / Mike Hewitt/GettyImages

Lo stemma della Federcalcio cambia di nuovo a inizio anni '90, diventando orizzontale e riducendo ai minimi termini il tricolore. È Diadora a sponsorizzare la Nazionale ai Mondiali negli USA. Il cammino di Baggio e compagni si fermò a 11 metri dalla gloria, però quella maglia ce la ricordiamo ancora con affetto.

3. Germania 2006

Fabio Cannavaro
Campioni del Mondo! / Shaun Botterill/GettyImages

Se la divisa del '94 è ricordata con un po' di tristezza, quella del Mondiale in Germania ci trasmette subito bellissimi ricordi. Nella notte di Berlino gli Azzurri battono la Francia e diventano campioni del mondo per la quarta volta nella loro storia. La maglia indossata dai ragazzi di Lippi è entrata nell'immaginario collettivo. E pensare che molti criticarono Puma per quelle sfumature blu navy ai lati del petto che davano un effetto “macchia di sudore”.

4. La maglia "verde" del 2019

Jorginho
Tanto discussa quanto amata / Claudio Villa/GettyImages

Come possono gli Azzurri vestirsi di...verde?! È questa la domanda che tanti tifosi rivolsero a Puma per aver ideato questo kit che intende invece rendere omaggio al Rinascimento italiano. Dopo lo scetticismo, tutti ci siamo innamorati di questo kit essenziale ed elegante in occasione delle qualificazioni a Euro 2020. A giovarne sono state anche le vendite.

5. Euro 2020

Jorginho, Matteo Pessina, Domenico Berardi
Euro 2020 / Carl Recine - Pool/GettyImages

Dulcis in fundo non possiamo dimenticare il successo più recente degli Azzurri, quello a Euro 2020 (o 2021, fate voi). Note positive di questa maglia sono le rifiniture del colletto e delle maniche di un blu più scuro e i motivi floreali inseriti sullo sfondo del kit. Il contrasto con i numeri dorati offre un effetto di grande raffinatezza.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit