La Top 11 della fase a gironi di Champions League 2023-24

Chi sono i migliori della fase a gruppi 2023-24?

Champions League
Champions League / Sebastian Frej/MB Media/GettyImages
facebooktwitterreddit

Gironi completati, seconda parte della Champions in archivio. Resta la terza, quella che appasiona di più: la fase a eliminazione diretta. 29 partite, 16 Ottavi di Finale (andata e ritorno), 8 Quarti (andata e ritorno), 4 Semifinali (andata e ritorno) e poi la sfida in gara secca che chiunque sogna di disputare, la Finale.

Delle 32 squadre partecipanti alla fase a gironi di UEFA Champions League ne sono rimaste 16, la metà, le prime due classificate di ogni gruppo. Squadre che lunedì 18 dicembre verranno sorteggiate dalla UEFA per stabilire gli abbinamenti degli Ottavi di Finale. Prime contro seconde, con la norma che impedisce a compagini delle stesse federazioni, o che erano all'interno dello stesso gruppo, di affrontarsi.

Non è stato semplice creare una Top 11 dopo ben 96 partite della fase a gruppi; scegliere soltanto una formazione tra i circa 350 titolari di tutte le partecipanti. Premiare le sorprese e confermare le stelle. Dopo un lungo confronto ecco la miglior formazione della fase a gironi di Champions League 2023-24.

Un modulo leggermente offensivo.

Top XI fase a gironi CL, 3-2-3-2: Provedel; Trippier, Hummels, Vavro; Merino, Zaïre-Emery; Saka, Bellingham, Galeno; Griezmann, Haaland.

Ivan Provedel (P) - Lazio

Ivan Provedel, Antoine Griezmann, Jan Oblak
SS Lazio v Atletico Madrid: Group E - UEFA Champions League 2023/24 / Paolo Bruno/GettyImages

La Lazio agli Ottavi di Finale di Champions League con un turno d'anticipo. Se la squadra biancoceleste è andata a giocarsi il primo posto del suo gruppo in casa dell'Atletico Madrid all'ultima giornata, gran parte del merito è di questa azione qui, del clamoroso gol del pareggio nel recupero del portiere Ivan Provedel. Un evento storico che non può essere dimenticato così facilmente.

Kieran Trippier (D) - Newcastle

Kieran Trippier
Everton FC v Newcastle United - Premier League / Clive Brunskill/GettyImages

Il simbolo di un Newcastle che si è dimostrato forte e debole, pronto e ancora acerbo. È l'unico di questa Top 11 a non aver passato il turno, ma anche uno degli interpreti difensivi più solidi e intensi che abbiamo visto durante la fase a gironi. I magpies hanno assaporato di tutto negli ultimi 90 minuti: dall'esaltazione del passaggio del turno quando si avvicinava e all'amaro del quarto posto mentre le speranze sfumavano. Il salto di qualità è però evidente.

Mats Hummels (D) - Borussia Dortmund

UEFA Champions League 2023/24Borussia Dortmund v Paris Saint-Germain
UEFA Champions League 2023/24Borussia Dortmund v Paris Saint-Germain / ANP/GettyImages

Nello stesso girone, la squadra a cui a inizio stagione tutti credevano meno era forse il Borussia Dortmund. Gli addii di Bellingham e Guerreiro, e quella sconfitta negli ultimi minuti di Bundesliga dalla quale si pensava non ci si potesse riprendere così in fretta. Terzic e i suoi non solo l'hanno fatto, hanno vinto il Gruppo della morte, mettendosi dietro PSG, Milan e Newcastle, subendo soltanto 4 gol in 6 partite, con Hummels spaventosamente in forma.

Denis Vavro (D) - Copenhagen

Denis Vavro
F.C. Copenhagen v Galatasaray A.S.: Group A - UEFA Champions League 2023/24 / Sebastian Frej/MB Media/GettyImages

La squadra che non ti aspetti. Bollato al quarto posto in un gruppo formato da Bayern Monaco, Manchester United e dal Galatasaray di Mauro Icardi, il Copenhagen è riuscito nel miracolo. Un punto nelle prime tre del girone, sette nelle ultime tre. La clamorosa rimonta con i red devils, il pari in Baviera e il successo nello scontro diretto con il Gala. Il percorso di Denis Vavro e compagni è iniziato il 25 luglio, per dare una dimensione all'evento, e lui ha concluso la fase a gruppi come uno dei migliori difensori, anche guardando alle statistiche UEFA.

Mikel Merino (C) - Real Sociedad

Mikel Merino
Mikel Merino of Real Sociedad looks dejected during the... / Marco Canoniero/GettyImages

La Real Sociedad ha vinto il proprio girone con la finalista della precedente Champions League (l'Inter) subendo 2 gol in 6 partite. Una crescita esponenziale per la squadra di Imanol Alguacil, che conta ormai da anni su un mediano dal valore indiscutibile. Mikel Merino è l'equilibratore (con Zubimendi) dei baschi di San Sebastián, una squadra capace di dominare qualitativamente gli avversari.

Warren Zaïre-Emery (C) - PSG

Warren Zaire-Emery
Borussia Dortmund v Paris Saint-Germain: Group F - UEFA Champions League 2023/24 / Jean Catuffe/GettyImages

Come successo a Kylian Mbappé, ormai la sua crescita sembra essere sfuggita di mano. Warren Zaïre-Emery è un 2006 che sta bruciando qualsiasi tappa. 1 gol e 3 assist in Champions League, tra cui la rete decisiva a Dortmund (che è di fatto valsa la qualificazione agli Ottavi dei parigini). Una squadra di campioni salvata dal ragazzo che mette in panchina tutti gli acquisti di questa sessione estiva e di quelle passate. Un prodigio.

Bukayo Saka (ED) - Arsenal

Bukayo Saka
Aston Villa v Arsenal FC - Premier League / Visionhaus/GettyImages

La nuova dimensione dell'Arsenal non è limitata soltanto alla Premier, come si poteva pensare in seguito alla beffarda eliminazione dall'Europa League nella stagione passata. I gunners hanno vinto il proprio girone con PSV, Lens e Siviglia senza particolari problemi. Anche perché quando ne incontra, è spesso Bukayo Saka a risolverli, 4 gol e 3 assist in 5 partite del girone.

Jude Bellingham (TQ) - Real Madrid

Jude Bellingham
1. FC Union Berlin v Real Madrid CF: Group C - UEFA Champions League 2023/24 / Boris Streubel/GettyImages

Lui e altri 10. È più o meno così che è nata l'idea di questa Top 11. I numeri di Jude Bellingham non sono limitati alla Liga. 4 gol e 3 assist in un ruolo che Carlo Ancelotti ha intuito più degli altri, prima degli altri. L'inglese è arrivato a Madrid a luglio, e a dicembre ha già infranto record impensabili per un centrocampista travestito da attaccante. Il Real ha vinto tutte le gare del girone e lui ha inciso in ognunga di quelle in cui è sceso in campo.

Galeno (ES) - Porto

Wenderson Galeno
FC Porto v FC Shakhtar Donetsk: Group H - UEFA Champions League 2023/24 / Octavio Passos/GettyImages

Un'ala per cui probabilmente le big tutte il mondo si presenteranno all'asta, se ci sarà. Il Porto ha perso due volte con il Barcellona, ma ha comunque superato il turno con 12 punti in classifica. Il brasiliano, che non è mai stato convocato in Nazionale, si è riscoperto uomo di Coppa nella corrente stagione. 1 gol e 2 assist in campionato in 11 partite, 4 gol e 4 assist in 5 di Champions League. Numeri incredibili e incoerenti.

Antoine Griezmann (A) - Atletico Madrid

Antoine Griezmann
Atletico Madrid v SS Lazio: Group E - UEFA Champions League 2023/24 / Mateo Villalba/GettyImages

Jude Bellingham gli ha tolto le luci di dosso, ma lui sgomita involontariamente ogni giornata per guadagnare protagonismo. È tornato ai livelli del 2018, anzi forse li sta anche superando. 5 gol nella fase a gironi divisi in modo abbastanza equo, senza mai strafare, con quella classe che gli permette di essere al contempo mezz'ala, mediano, regista, seconda punta, trequartista, ala e attaccante. Il miglior Griezmann che abbiamo mai visto.

Erling Haaland (A) - Manchester City

Erling Haaland
Aston Villa v Manchester City - Premier League / James Gill - Danehouse/GettyImages

Infine il dominatore. Se possiamo lasciar fuori Mbappé dopo un girone sottotono, con il norvegese è abbastanza difficile. È stato tenuto a riposo nell'ultima sfida e nonostante questo ha vinto il titolo di capocannoniere della fase a gironi. Per quello della competizione totale dipenderà da quanto il Manchester City andrà avanti nel torneo. Erling Haaland non sembra avere problemi a ripetersi.