Calciomercato Serie A

La situazione dei giocatori in prestito di Inter, Juventus e Milan

Giovanni Benvenuto
I loghi di Juventus, Milan e Inter
I loghi di Juventus, Milan e Inter / Visionhaus/GettyImages
facebooktwitterreddit

La formula del prestito viene sempre più utilizzata dalle squadre nel calciomercato moderno. Quest'anno la Fifa è intervenuta cambiando il regolamento, in vigore dal prossimo 1° luglio, introducendo dei limiti di tempo e di numero. In qualsiasi momento della stagione un club può avere al massimo tre calciatori a titolo temporaneo da un altro club e viceversa. Non solo: nella stagione 2022/2023 ogni squadra può avere al massimo otto calciatori professionisti tesserati in prestito e altrettanti dati in prestito. Il limite scenderà poi a sette nel 2023/2024 e poi a sei nel 2024/2025. Esclusi invece gli under 21.

Situazione prestiti alla Juventus

In casa Juventus sono dieci i giocatori che rientreranno alla base: escluso Kulusevski - che sarà riscattato dal Tottenham - c'è Mohamed Ihattaren, quest'ultimo tornato in Olanda dopo una prima parte di stagione alla Sampdoria senza mai scendere in campo. Se dovesse rientrare e ripartire in prestito, sarebbe uno dei giocatori che occuperebbe uno degli otto slot.

Discorso simile per Gatti: il centrale è stato lasciato in prestito al Frosinone, con Allegri che deciderà poi se tenerlo oppure mandarlo in prestito. Situazione analoga per Frabotta: il terzino ha giocato poco quest'anno a Verona, con la Juve che potrebbe rispedirlo in prestito facendogli occupare uno degli slot a disposizione.

Diversa la situazione per Rovella, Dragusin e Fagioli: il primo rientrerebbe in bianconero, ma essendo un classe 2001 sarebbe escluso dal conteggio delle nuove regole qualora dovesse andare in prestito. Lo stesso vale per Dragusin e Fagioli, che sono sia under 21 ma anche prodotti del vivaio.

Da capire la situazione legata a Mandragora e Pjaca: qualora dovessero essere ceduti a titolo temporaneo occuperebbero sempre altri due degli otto slot disponibili per i prestiti. Rebus invece il futuro di Demiral: l'Atalanta considera l'investimento di 20 milioni per il riscatto troppo alto e sta valutando se far terminare il prestito. Infine c'è Stefano Gori: il giocatore tornerà alla base ma in caso di cessione in prestito rientrerebbe negli otto slot.

Genoa CFC v Empoli FC - Serie A
Rovella / Getty Images/GettyImages

Situazione prestiti al Milan

In casa Milan sembrerebbe essere già delineata la situazione riguardante i giocatori ceduti in prestito: Pobega, dopo la parentesi al Torino, farà ritorno a Milanello. Torna, o meglio, arriva nella Milano rossonera anche Adli dopo l'esperienza col Bordeaux.

Da risolvere invece i rebus legati a Caldara e Duarte: per il primo c'è il Monza, mentre il secondo non è stato riscattato dal Basaksehir. Alti e bassi invece per Colombo: per lui si prospetta un nuovo prestito, con il Cagliari che ha già mostrato un certo interesse. Finisce l'avventura al Lecce per Plizzari, con quest'ultimo che potrebbe tornare e firmare prendendo il posto di Mirante.

Verso un'altra cessione a titolo temporaneo anche Brescianini, da valutare le situazioni legate ai giocatori in scadenza nel 2023:Frank Tsadjout (Ascoli), Gabriele Bellodi (Alessandria), Leroy Abanda (Rennes), Gabriele Capanni (Ternana) e Riccardo Tonin (Cesena), senza dimenticare Antonio Mionic (Aquila Montevarchi), Marco Frigerio (Lucchese), Luan Capanni (Grosseto), Alessandro Sala (Pro Sesto) e Sabino Signorile (Seregno).

Tommaso Pobega
Tommaso Pobega / Nicolò Campo/GettyImages

Situazione prestiti all'Inter

In casa Inter invece si valuta la possibilità di lanciare un nuovo prospetto: Vanheusden (classe 1999 di ritorno al Genoa) potrebbe essere il prescelto, così come Eddie Salcedo. Nel frattempo tris di mercato col Monza: il club brianzolo segue Sensi, oltre all'obbligo di riscatto scattato per Di Gregorio.

Si cerca invece uno sconto su Pirola rispetto ai 7,5 milioni pattuiti, possibile la chiusura a 4 milioni più una percentuale sulla futura rivendita. Da decidere il futuro di Pinamonti: il bomber di Cles potrebbe essere inserito nell'affare Scamacca, o nella trattativa per arrivare a Bremer del Torino. Il club granata valuta anche due prodotti del vivaio nerazzurro: Casadei e Carboni. Nella trattativa per Asllani potrebbe rientrare un attaccante tra Esposito e Satriano.

Il Reims riscatta Gravillon per 3,5 milioni, mentre il Volendam - club olandese - sembra intenzionato a confermare Stankovic e Oristanio. In prestito fino al 30 giugno 2023 Males al Basilea e Brazao al Cruzeiro mentre Colidio rimarrà al Tigre fino al 31 dicembre 2022. Da sistemare anche Dalbert (di ritorno dal prestito dal Cagliari) e Lazaro (quest'ultimo ceduto in prestito al Benfica): i due non rientrano più nei piani della società dopo aver speso in totale 43,4 milioni.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit