Juventus

La rivoluzione Juve senza Champions League: da Ronaldo agli incedibili, ai possibili acquisti, tutti i nodi

Antonio Parrotto
Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo / Jonathan Moscrop/Getty Images
facebooktwitterreddit

La Juventus farà di tutto per ottenere la qualificazione alla prossima Champions League. Come riporta Tuttosport, senza il quarto posto potrebbe esserci una forte rivoluzione, perché mancherebbero almeno 80 milioni di euro di introiti.

Con la Juve in Europa League ci saranno cessioni eccellenti. La prima sarà quella di Cristiano Ronaldo. Solo con il suo addio la Juve risparmierebbe circa 83 milioni (54,2 milioni lordi di ingaggio e 28,8 di ammortamento). Il grande ostacolo è trovare un acquirente capace di comprare il portoghese a quelle cifre. E la Juve, con l'addio di Ronaldo, andrebbe a puntare su Arek Milik e Moise Kean, che accetterebbero di giocare l’Europa League senza problemi.

Paulo Dybala
Paulo Dybala / Jonathan Moscrop/Getty Images

In attacco potrebbe anche restare Paulo Dybala, con il club che poi proverebbe a rinnovare l'accordo dell'argentino in scadenza, e anche Morata, con il rinnovo del prestito a 10 milioni. Prolungamento plausibile in caso di mancato accordo con l’Everton per Kean. Potenzialmente potrebbero andare via tutti, gli incedibili sarebbero Chiesa, Kulusevski e De Ligt, le giovani stelle su cui costruire un ciclo. Attenzione, però, all’olandese, per il quale la Juve ha già respinto gli approcci di Chelsea e Barcellona. Via i vari Rabiot, Ramsey, ma anche Alex Sandro e lo stesso Demiral. E per gli acquisti? Occhio anche ai colpi dati per scontati come Manuel Locatelli, valore 40 milioni. Tutto potrebbe cambiare senza la Champions.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit