Juventus

La posizione di Allegri dopo la sconfitta col Benfica: coro unanime

Stefano Bertocchi
Max Allegri
Max Allegri / Chris Ricco/GettyImages
facebooktwitterreddit

"Io non mi sento a rischio, non mi sento per niente a rischio. Questi momenti fanno parte del calcio". Queste le parole di Massimiliano Allegri dopo il ko interno contro il Benfica che complica la qualificazione della Juventus agli ottavi di finale di Champions League. Secondo la stampa italiana, però, la posizione del tecnico bianconero inizia ad essere non più così salda.

La Gazzetta dello Sport definisce la Juve delle ultime uscite come "inguardabile e inaccettabile", sostenendo che i tifosi hanno ragione a contestarla. E Andrea Agnelli comincia a fare le sue valutazioni. "I tifosi della Juve sono in gran parte contro Allegri: il malumore per il gioco e i risultati, strisciante dalla scorsa stagione, sta diventando diffuso - si legge -. Agnelli, da grande dirigente qual è, non si farà condizionare dalla piazza per decidere le sorti di squadra e società. Ma proprio perché in ballo c’è il futuro del club, sta osservando con attenzione il percorso di Allegri. Un suo amico, però oggi soprattutto un allenatore in grandissima difficoltà".

Uno scenario che trova spazio anche tra le pagine di Tuttosport: "La Juve sta deragliando: per favore, fate qualcosa", l'invito rivolto alla società.

facebooktwitterreddit