La Juventus riparte dal codice Scanavino (anche sul mercato)

Alessio Eremita
Maurizio Scanavino
Maurizio Scanavino / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Juventus è pronta a intraprendere un nuovo corso dopo le dimissioni dell'ex presidente Andrea Agnelli e dell'intero Consiglio di Amministrazione. Alla guida del club bianconero ci sarà Gianluca Ferrero, assistito dall'amministratore delegato Maurizio Scanavino, che si occuperà della gestione finanziaria e visionerà le mosse di mercato in collaborazione con il direttore sportivo Federico Cherubini. Come riportato dall'edizione odierna di Tuttosport, verrà seguito un vero e proprio "codice" fatto di rigore, misura e ambizione. Tre concetti su cui si fonderà la ripartenza della Juve non solo dal punto di vista sportivo, ma anche economico.

Federico Cherubini, Maurizio Scanavino
Federico Cherubini, Maurizio Scanavino / Nicolò Campo/GettyImages

Così si era espresso John Elkann, amministratore delegato di Exor, sulla nomina di Scanavino: "Il nuovo Consiglio che nascerà a Gennaio sarà formato da figure di grande professionalità sotto il profilo tecnico e giuridico, guidati del Presidente Gianluca Ferrero: insieme agli altri amministratori, avrà il compito di affrontare e risolvere i temi legali e societari che sono sul tavolo oggi. Confido che la società riuscirà a dimostrare di aver agito sempre correttamente. Maurizio Scanavino, che ha dimostrato solide capacità manageriali in tutte le società dove ha lavorato, metterà a frutto l’esperienza maturata soprattutto in ambito media e digitale per accelerare lo sviluppo della Juventus, uno dei brand più forti al mondo".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit