Calciomercato Juventus

La Juventus deve ridurre le perdite: quali sono i calciatori a rischio

Alessio Eremita
Andrea Agnelli
Andrea Agnelli / Marco Canoniero/GettyImages
facebooktwitterreddit

Si terrà oggi il Consiglio di Amministrazione della Juventus per l'approvazione del bilancio della stagione 2021/22, che registrerà un rosso di 240 milioni di euro. Per ridurre le perdite in futuro, la società bianconera dovrà ridurre i costi e attuare tagli netti all'interno del club. Del 50%, almeno. Non a livello dirigenziale, bensì tecnico. Non sarà un compito semplice, ma i vertici della Vecchia Signora sono già al lavoro per compiere i giusti investimenti e alleggerire i conti. Sono tanti i calciatori attualmente a rischio epurazione da gennaio, o al più in estate, per via di contratti onerosi e un impiego minimo alla corte di Massimiliano Allegri.

Arkadiusz Milik, Federico Gatti, Adrien Rabiot, Alex Sandro
Juventus / Jonathan Moscrop/GettyImages

Il primo è Adrien Rabiot, a un passo dal Manchester United e rimasto alla Juventus a causa delle eccessive pretese economiche della mamma-agente Veronique. Il centrocampista francese percepisce 7 milioni di euro ed è in scadenza nel 2023. Stessa situazione per Alex Sandro: l'esterno brasiliano guadagna 6 milioni di euro e terminerà la propria avventura a giugno. Poi ci sono Juan Cuadrado (5 milioni di euro) e Moise Kean (2,5 milioni di euro ma con un riscatto fissato a 28 milioni). Tra poco meno di due anni si concluderanno anche i contratti di Leonardo Bonucci (6,5 milioni di euro) e Daniele Rugani (3,5 milioni di euro).


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit