Juventus

La Juve riflette dopo l'addio alla Champions: nel mirino anche Allegri e lo staff

Stefano Bertocchi
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Emilio Andreoli/GettyImages
facebooktwitterreddit

In casa Juventus il dopo Champions League, con la brutta eliminazione generata dal pesante ko casalingo (0-3) contro il Villarreal, ha portato inevitabilmente delle riflessioni da parte della società. E queste, secondo quanto scrive oggi La Gazzetta dello Sport, coinvolgono tutti, compreso il tecnico Massimiliano Allegri.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Quality Sport Images/GettyImages

L'allenatore toscano è stato ingaggiato e pagato profumatamente perché doveva essere il valore aggiunto di questa Juve, ma in Europa ha deluso uscendo agli ottavi contro una squadra alla portata, proprio come già successo sotto la guida di Sarri e Pirlo. Le perplessità del club - riferisce la rosea - sono legate ai tanti infortuni, allo staff tecnico e anche alla gestione dei cambi e per questo non sono escluse novità tra i collaboratori di Max nella prossima stagione.

"Allegri dal canto suo è convinto che con la rosa che ha stia facendo il massimo, mentre i giocatori (non esenti da colpe per la dirigenza) lamentano la mancanza di gioco e schemi offensivi" si legge nel pezzo del quotidiano. L’uscita imprevista dalla Champions ha portato inevitabilmente le prime critiche all’Allegri bis, anche se il tecnico è legato alla Juve da un contratto della durata di 4 anni.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit