Mondiali 2022

La guida completa sul Galles in vista del Mondiale di Qatar 2022

Marco Deiana
Guida sul Galles verso Qatar 2022
Guida sul Galles verso Qatar 2022 / 90min Italia
facebooktwitterreddit

Un evento storico per il Galles, un evento più unico che raro. La nazionale gallese parteciperà ad un Mondiale di calcio per la seconda volta nella sua storia. A Qatar 2022 sicuramente non si presenteranno con i favori del pronostico ma come outsider sì. Infatti la rosa gallese può contare su alcune personalità di spicco del panorama calcistico mondiale e potrebbe rivelarsi la sorpresa della competizione.

In attesa di vederla in campo tra novembre e dicembre, andiamo quindi ad approfondire la nazionale gallese, immergendoci nella sua storia, nelle sue ambizioni e in ciò che dobbiamo aspettarci da loro al Mondiale.

La storia del Galles ai Mondiali

Il Galles non vanta una grande storia nella Coppa del Mondo. Anzi, a dirla tutta la tradizione è tutta a suo sfavore. Infatti per la nazionale gallese la partecipazione a Qatar 2022 è un evento storico, essendo per loro la seconda qualificazione ad un Mondiale dopo quella del 1958.

Nella loro - fin qui - unica partecipazione ad un Mondiale il Galles è arrivata fino ai quarti di finale. Dopo aver passato il girone come seconda classifica, si sono dovuti arrendere al Brasile (1-0, prima rete di un 17enne Pelé con la maglia verdeoro).

Il percorso verso Qatar 2022

Percorso positivo ma non privo di insidie quello del Galles nel Gruppo E della Fase di Qualificazione a Qatar 2022. I gallesi hanno chiuso il girone al secondo posto, alle spalle del Belgio e di poco sopra la Repubblica Ceca.

Proprio il percorso con i cechi è stato molto simile. La differenza in classifica l'ha fatto il pareggio dei gallesi all'ultima giornata contro il Belgio. Per il resto le statistiche tra Galles e Repubblica Ceca sono identiche con quattro vittorie per parte, 14 gol fatti e 9 gol subiti.

I due principali marcatori della fase di qualificazione alla Coppa del Mondo 2022 sono stati Aaron Ramsey e Gareth Bale, entrambi con tre reti all'attivo, contro le cinque reti del capocannoniere del girone Lukaku.

Con il secondo posto il Galles ha quindi ottenuto l'accesso agli spareggi per Qatar 2022. Sorteggiato nel Percorso A insieme a Scozia, Austria e Ucraina, i gallesi hanno prima superato di misura gli austriaci per 2-1 e poi battuto - sempre di misura - 1-0 la nazionale ucraina, strappando così il pass per il Mondiale.

Le partite del Galles nelle qualificazioni al Mondiale

  • Belgio - Galles 3-1
  • Galles - Repubblica Ceca 1-0
  • Bielorussia - Galles 2-3
  • Galles - Estonia 0-0
  • Repubblica Ceca - Galles 2-2
  • Estonia - Galles 0-1
  • Galles - Bielorussia 5-1
  • Galles - Belgio 1-1

Le partite del Galles nel Percorso A degli spareggi

  • Galles - Austria 2-1
  • Galles - Ucraina 1-0

La formazione tipo del Galles

In attesa delle prime gare ufficiali della stagione 2022-23, che potrebbero portare imprevisti o addirittura delle sorprese, il Galles ha un impianto costruito sul 3-4-3 con due esterni a tutto campo di grande corsa e un Gareth Bale che aspetta questo appuntamento da sempre. Questa è la formazione tipo gallese:

Ward difenderà i pali. La difesa a tre vede una conoscenza del calcio italiano, Ampadu (la scorsa stagione al Venezia), insieme a Rodon e Ben Davies. Sugli esterni le fasi difensive e offensive sono garantite da Roberts e Neco Williams, mentre al centro quantità e qualità con Allen e Ramsey (anche lui, una conoscenza della Serie A). In attacco insieme a Moore e James non può che esserci il trascinatore Bale.

Gareth Bale, Aaron Ramsey, Rob Page, Ethan Ampadu
Il Galles festeggia l'accesso a Qatar 2022 / Shaun Botterill/GettyImages

Punti di forza e debolezza del Galles

C'è tanta curiosità intorno al Galles, arrivata a Qatar 2022 tramite gli spareggi e che ha in rosa diversi elementi di qualità. Ma è pur sempre una nazionale che non vede un Mondiale dal 1958. Tra i punti di forza dei gallesi non può che esserci Gareth Bale, uno dei migliori giocatori al mondo quanto ha i giusti stimoli, soprattutto quando c'è di mezzo la sua nazionale, così come ha dimostrato contro Austria e Ucraina, ossia nelle due gare di spareggio per l'accesso al Mondiale.

Infatti l'unico motivo che spinge l'ex giocatore di Tottenham e Real Madrid a continuare nella sua carriera da calciatore è proprio la partecipazione alla Coppa del Mondo e il suo obiettivo è quello di arrivare nella sua miglior forma possibile. Se tanti Paesi hanno buoni giocatori, in pochi possono contare un fuoriclasse come lui e questo spesso fa la differenza quando si gioca con nazionali di pari livello o poco superiori.

Il Galles ha una rosa di giocatori che disputa diversi campionati e di diversi livelli, ma la loro unità d'intenti e il desiderio di sacrificarsi l'uno per l'altro è forse il più grande punto di forza di questa nazionale.

Tra i punti deboli invece, ad oggi, c'è la difesa. È il reparto che preoccupa maggiormente i tifosi gallesi, lontana dalla solidità mostrata a Euro 2016 e alcuni calciatori mancano anche d'esperienza.

La stella della nazionale

Il Galles non può non affidarsi a lui, a Gareth Bale. Questa potrebbe essere la sua ultima stagione da calciatore professionista e mentre alcuni amano scherzare sulla sua passione per il golf e per il suo record di infortuni con il Real Madrid, la realtà è che lui ama più di ogni altra cosa giocare con la maglia della sua nazionale.

E - quando stimolato e nella miglior condizione fisica - può essere ancora uno dei giocatori più decisivi al mondo. Sicuramente sarà una minaccia importante per le nazionali di pari livello che non possono contare su un calciatore della sua classe.

Gareth Bale
Gareth Bale, la stella del Galles / ANP/GettyImages

Il gioiello pronto alla consacrazione

Occhio a Brennan Johnson. Il centrocampista classe 2001 è stato tra i protagonisti del ritorno in Premier League del Nottingham Forest e quest'anno giocherà quindi nel più importante campionato nazionale al mondo. Ha già segnato i suoi primi gol anche con la maglia della nazionale.

Non è titolare - al momento - ma le sue quotazioni sono in costante ascesa e molti, probabilmente, lo vedranno per la prima volta in Premier League in questa stagione. Il suo valore è destinato a crescere.

Le aspettative del collega gallese di 90min

Abbiamo parlato con Scott Saunders, collega gallese della redazione di 90min: "Il Galles ha grandi possibilità di qualificazione alla fase ad eliminazione a gironi. Ovviamente la partita contro l'Inghilterra è difficile e gli inglesi sono più forti del Galles, ma il fatto che la partita si giochi come terza gara della fase a gironi potrebbe essere favorevole a noi gallesi. Il Gallesi infatti si dovrà giocare le proprie chance contro Stati Uniti e Iran, perché sulla carta sono nazionali alla nostra portata. Superare gli ottavi di finale sarebbe qualcosa di incredibile".

facebooktwitterreddit