La classifica dei momenti più importanti della storia della Champions League

Marco Deiana
Uno dei migliori momenti nella storia della Champions League: rovesciata di CR7 contro la Juventus
Uno dei migliori momenti nella storia della Champions League: rovesciata di CR7 contro la Juventus / Emilio Andreoli/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Champions League è tornata.

Quest'anno si festeggia la 30esima edizione della più grande competizione europea calcistica per club e, per celebrare il ritorno del torneo questo mese, abbiamo classificato i 16 momenti più importanti della storia della Champions League fino ad oggi.

Puoi anche dire la tua - controlla il link qui sotto per i dettagli su come votare -, ma ecco di seguito i 16 momenti più belli della storia della Champions League secondo la nostra redazione di 90min.


Celebra le 30 edizioni della #UCLFeeling votando il tuo momento migliore nella storia della #UCL. Entra ora per VINCERE un viaggio alla finale di Champions League e altri premi esclusivi!


16. Il primo gol di Lionel Messi con il PSG, 2021-22

Lionel Messi
La conclusione di Messi per il primo gol in Champions con il PSG / Visionhaus/GettyImages

Il trasferimento di Lionel Messi al Paris Saint-Germain nell'estate 2021 ha sbalordito il mondo, con i tifosi parigini curiosi di vedere fino a che punto avrebbe potuto aiutare a vincere la Champions League.

Un inizio promettente per la Pulce al Parco dei Principi, con tanto di vittoria contro il Manchester City di Pep Guardiola e gol, con una conclusione fantastica dalla distanza.

Messi ha duettato con Kylian Mbappé prima di calciare perfettamente la palla da fuori area verso l'incrocio dei pali, beffando Ederson.

15. L'incredibile tripla parata di Jan Oblak contro il Leverkusen, 2016-17

Jan Oblak, Kevin Volland
Tripla parata per Oblak contro il Leverkusen / Gonzalo Arroyo Moreno/GettyImages

Jan Oblak è un mostro tra i pali e non c'è dimostrazione più grandi di ciò della sua tripla parata contro il Bayer Leverkusen nel 2017.

Con il punteggio ancora in parità, ma con l'Atletico in vantaggio per 4-2 nel conteggio complessivo del doppio impegno, Oblak ha negato tre volte in una sola azione al Leverkusen di tornare in partita.

Prima ha bloccato un tentativo di Julian Brandt, poi sulla respinta ha negato il gol a Kevin Volland e infine - su un'altra respinta - altra parata su quest'ultimo. Insuperabile.

14. Il sombrero al portiere di Mesut Ozil , 2016-17

Mesut Ozil
La magia di Ozil / NIKOLAY DOYCHINOV/GettyImages

L'Arsenal non gioca in Champions League dal 2016-17, quando Mesut Ozil era nel suo massimo splendore.

L'ex nazionale tedesco ha dato il meglio di sé durante quella stagione e ha aiutato i Gunners ad uscire dal match contro i bulgari del Ludogorets con una vittoria per 3-2.

Nessun tifoso dell'Arsenal può dimenticare quando Ozil ha realizzato il gol vittoria nel finale di gara. Il trequartista turco lanciato in porta ha saltato il portiere con un elegante sombrero (o pallonetto, come preferite) per poi riprendere la palla mettendo a sedere due difensori e infilare la palla in rete da distanza ravvicinata.

È stato uno dei gol più eleganti nella storia della Champions League.

13. Il sontuoso gol di Lionel Messi contro l'Arsenal, 2010-11

Lionel Messi
Messi salta Almunia con classe / CARL DE SOUZA/GettyImages

Provate ad unire la visione di gioco di Andrés Iniesta e le qualità tecniche di Lionel Messi. Ed ecco a voi il gol della Pulce realizzato contro l'Arsenal nel 2011.

Messi viene lanciato a rete da una stupenda intuizione di Iniesta e l'ex numero 10 blaugrana, trovandosi davanti all'impetuoso Manuel Almunia in uscita, pensa bene di saltarlo con un piccolo tocco sotto per poi recuperare il pallone e scaraventarlo in rete al volo.

È uno di quei gol che ai comuni mortali non sembrano possibili, ma Messi ci ha abituato a questi super gol.

12. La vittoria shock dello Sheriff contro il Real Madrid, 2021-22

Real Madrid v Sheriff - UEFA Champions League
Festa dello Sheriff dopo la vittoria contro il Real Madrid / Anadolu Agency/GettyImages

La partita tra Real Madrid e Sheriff Tiraspol di Champions League sembrava senza senso, con un risultato già scritto in partenza.

Una partita tra una formazione 13 volte Campione d'Europa e una squadra che non aveva mai raggiunto la fase a gironi della Champions League. Il risultato poteva essere solo uno, ma lo Sheriff prima di dirigersi verso Madrid aveva già sorpreso e battuto lo Shakthar Donetsk.

Un colpo di testa di Jasurbek Yakhshiboev aveva portato in vantaggio lo Sheriff al Bernabeu. Il pareggio di Benzema poco dopo l'ora di gioco sembrava un segnale verso la rimonta madrilena.

Ma nel finale Sebastien Thill si inventa uno dei gol più belli della competizione con una conclusione dalla distanza, permettendo allo Sheriff di vincere a Madrid.

Comprensibilmente i campioni moldavi erano parecchio euforici al termine della partita.

11. La punizione perfetta di Lionel Messi, 2018-19

Lionel Messi
La punizione divina di Leo Messi / Anadolu Agency/GettyImages

Lionel Messi ha fatto l'impossibile in diverse occasioni, tanto che quando si presenta in campo con un'altra magia, viene quasi sottovalutata.

Tuttavia, non è stata sicuramente sottovalutata la magia della stagione 2018-19 quando ha messo al fil di palo un calcio di punizione contro il Liverpool. Era già andato in gol, ma con questo maestoso calcio piazzato si è superato. Dalla lunga distanza ha superato la barriera e ha messo la palla lì, sotto il sette, dove Alisson non aveva alcuna possibilità di intervenire.

10. Celebrazione finale di Didier Drogba, 2011-12

Didier Drogba
Drogba festeggia la vittoria della Champions League / Ian MacNicol/GettyImages

Il Chelsea non era sicuramente tra i favoriti quell'anno e per arrivare alla finale di Champions League hanno dovuto superare il Barcellona in semifinale, completando poi il sogno battendo nella finalissima il Bayern Monaco nel loro stadio.

Didier Drogba nella finale giocata a Monaco di Baviera ha realizzato il gol del pareggio (dopo una partita dominata dal Bayern), trascinando i Blues fino ai calci di rigore. Ed è stato proprio Drogba a calciare il calcio di rigore decisivo per la vittoria del trofeo.

Una volta ricevuta la coppa, Drogba è scattato all'impazzata per l'Allianz Arena festeggiando la vittoria dell'ambita Champions League, diventando di fatto una leggenda del Chelsea.

9. L'assist fantascientifico di Kakà contro il Liverpool, 2004-05

Kaka in azione contro il Liverpool
Kaka in azione contro il Liverpool / MUSTAFA OZER/GettyImages

Nella finale di Champions League 2004-05, Ricardo Kakà ha messo in scena una delle sue più importanti prestazioni di tutti i tempi ed è stato estremamente sfortunato a non concludere la partita con il trofeo in mano.

Il brasiliano è stato il punto di riferimento del Milan nel primo tempo contro il Liverpool, trovando sempre spazio tra le linee e causando parecchi problemi alla difesa dei Reds tra accelerazioni palla al piede e palleggio.

Kakà ha prima partecipato attivamente alla rete del raddoppio, poi ha fornito un assist meraviglioso a Crespo per la rete del 3-0, con una verticalizzazione rasoterra che ha diviso in due la difesa degli inglesi.

8. La parata di testa di Gregory Coupet, 2001-02

Gregory Coupet
Coupet in azione contro il Barcellona / GERARD MALIE/GettyImages

Resta ancora da capire quale sia stato il vero miracolo di Gregory Coupet nel match del 2001-02 tra il suo Lione e il Barcellona. Il colpo di testa finito sulla traversa o la parata sulla ribattuta?

Non lo sappiamo ancora, sicuramente è una cosa che non abbiamo più rivisto su un campo da calcio.

Coupet infatti su un retropassaggio a palombella al limite dell'illegalità di un compagno di squadra, si è dovuto esibire in una parata di testa (per evitare di regalare una punizione a due in area al Barça), la palla è finita sulla traversa e sulla ribattuta è riuscito a neutralizzare il tiro a botta sicura di un attaccante del Barcellona. Mostruoso.

7. Calcio di punizione di Cristiano Ronaldo contro l'Arsenal, 2008-09

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo in gol su punizione dalla lunga distanza / Etsuo Hara/GettyImages

Pochissimi calciatori prenderebbero in considerazione una conclusione su calcio di punizione dai 40 metri, defilato sulla fascia destra, figuriamoci in una semifinale di Champions League. Ecco, pochissimi calciatori... e Cristiano Ronaldo è uno di questi.

Nel 2009, nel match di ritorno, sul risultato di 1-0 per lo United (2-0 se si considera anche la vittoria di misura dell'andata), la stella portoghese ha fulminato uno statico Almunia con una sassata dalla distanza. Fulmine.

6. Lo slalom gigante di Lionel Messi nel Clasico, 2010-11

Lionel Messi
Gol fenomenale di Messi contro il Real Madrid / Alex Livesey/GettyImages

A volte mancano le parole quando bisogna parlare del leggendario e unico Lionel Messi.

Indubbiamente uno dei suoi gol più belli e importanti lo ha realizzato contro il Real Madrid, emulando il suo connazionale e idolo Diego Armando Maradona. Messi è partito palla al piede dalla trequarti madrilena lasciandosi dietro ben cinque difendenti del Real Madrid e beffando Casillas con un preciso diagonale.

Pura bellezza. Questo era Lionel Messi in uno dei momenti più alti della sua carriera.

5. L'esultanza di José Mourinho contro il Manchester United, 2003-04

José Mourinho
Mourinho si è presentato con stile in Europa / PAUL BARKER/GettyImages

Conosciamo tutti José Mourinho, non ha bisogno di grosse presentazioni. Anzi, è lui a presentarsi al grande pubblico da allenatore del Porto.

Da allenatore emergente in Portogallo alla guida del Porto, Mourinho ha portato la squadra fino all'Old Trafford per affrontare il Manchester United, partendo da sfavorito. I portoghesi avevano vinto all'andata ma l'1-0 momentaneo dei Red Devils nel ritorno avrebbe favorito gli inglesi per la regola del gol in trasferta (eliminata a partire da quest'anno).

Ma a pochi minuti dallo scadere della partita, Costinha si avventa su un pallone vagante e realizza la rete dell'1-1, riportando in vantaggio il Porto nella somma tra gara d'andata e ritorno. A quel punto Mourinho si è reso protagonista di uno scatto iconico lungo la linea laterale dell'Old Trafford per festeggiare l'impresa insieme ai suoi ragazzi.

4. L'angolo veloce di Trent Alexander-Arnold, 2018-19

Trent Alexander-Arnold
Trent Alexander-Arnold fondamentale nella rimonta contro il Barça / Alex Livesey - Danehouse/GettyImages

Questo è e rimarrà un momento indimenticabile per i tifosi del Liverpool. I Reds avevano già recuperato il 3-0 subito all'andata contro il Barcellona e l'inerzia della partita era tutta a favore degli inglesi.

Divock Origi ha sbloccato il risultato ad Anfield, mentre Wijnaldum con una doppietta ha portato sul 3-0 il match. Nel momento di maggiore spinta del Liverpool è arrivato anche il quarto gol grazie ad una invenzione di Alexander-Arnold.

Con i difensori del Barcellona ancora devastati dai tre gol subiti, hanno permesso al terzino dei Reds di battere rapidamente un calcio d'angolo pescando sul primo palo Origi che senza alcuna marcatura ha infilato in rete la palla del 4-0.

3. La rovesciata di Cristiano Ronaldo, 2017-18

Cristiano Ronaldo
La rovesciata di Cristiano Ronaldo / Marco Canoniero/GettyImages

Allianz Stadium, per la gara d'andata dei quarti di finale di Champions League si affrontano Juventus e Real Madrid.

L'attaccante portoghese Cristiano Ronaldo aveva già timbrato il cartellino dopo pochi minuti dal fischio d'inizio, ma è il suo secondo gol quello entrato nella storia del calcio europeo.

Passata l'ora di gioco, dopo una lunga azione offensiva del Real Madrid, Dani Carvajal crossa il pallone in mezzo all'area bianconera e Cristiano Ronaldo con una facilità disarmante colpisce la palla in rovesciata, piazzando la palla all'angolino, imprendibile per Buffon.

È anche piuttosto difficile da ricreare, come hanno scoperto recentemente Jack Downer (Street Panna e Ben Black. Dai un'occhiata ai loro tentativi di ricreare le acrobazie di CR7.

2. Il Barcellona stordisce il PSG al Camp Nou, 2016-17

Sergi Roberto
Il gol di Sergi Roberto che completa la rimonta contro il PSG / Etsuo Hara/GettyImages

Ancora oggi rimane quasi impensabile una rimonta del genere. Il Barcellona aveva bisogno di un vero e proprio miracolo per recuperare il 4-0 dell'andata degli ottavi di finale subito contro il Paris Saint-Germain.

Per la gioia dei tifosi blaugrana, al Camp Nou è avvenuto il miracolo.

Una gara al cardiopalma con il Barcellona che si porta sul 3-0, poi la rete di Cavani per i parigini che sembra mettere un punto finale al match. Poi la doppietta in tre minuti di Neymar (allora con la maglia blaugrana) fino al gol realizzato al 95' da Sergi Roberto che fa letteralmente esplodere il Camp Nou per una delle rimonte più incredibili della storia europea.

1. Il miracolo di Istanbul, 2004-05

Steven Gerrard, Rafael Benitez
Il Liverpool rimonta il Milan ed è Campione d'Europa / Etsuo Hara/GettyImages

Si può parlare della più grande rimonta nella storia della Champions League?

La storia è nota. Il Liverpool sembrava morto e sepolto dopo la prima frazione di gioco: sotto 3-0 e con una prestazione impressionante del Milan.

In qualche modo i Reds, grazie anche ad un blackout rossonero di sette minuti, hanno trovato la retta via nella ripresa con le reti di Gerrard, Smicer e Xabi Alonso. Poi i calci di rigore con Dudek che ipnotizza i rossoneri e porta il Liverpool in cima all'Europa.


Celebra le 30 edizioni della #UCLFeeling votando il tuo momento migliore nella storia della #UCL. Entra ora per VINCERE un viaggio alla finale di Champions League e altri premi esclusivi!

facebooktwitterreddit