La carriera "fotografica" di Diego Armando Maradona

Nov 26, 2020, 6:19 PM GMT+1
Etsuo Hara/Getty Images
facebooktwitterreddit

Per molti Diego Armando Maradona il più grande giocatore di tutti i tempi, il campione definitivo che incarna tecnica, tattica e cuore, molto più di uno sportivo, un fuoriclasse assoluto che ha intrecciato la sua vita al calcio e che non verrà mai dimenticato.

Questo il racconto fotografico della carriera di Diego Armando Maradona.

Angentinos Juniors

"Don" Francisco Cornejo è stato il primo allenatore e maestro di calcio di Maradona, colui che ha di fatto scoperto il talento precoce del ragazzino sudamericano. "Dicono che le persone siano testimoni di almeno un miracolo nella loro vita, ma la maggior parte non se ne rende nemmeno conto. Io certamente sì. Il mio miracolo è avvenuto in quel piovoso sabato del 1969, quando un bambino di otto anni, un'età a cui non potevo credere, ha fatto cose con la palla che non avevo mai visto in vita mia". Questo raccontava Cornejo, un miracolo che già dal primo momento lo aveva fatto innamorare di quel piccolo genio del pallone. 7 anni dopo, Maradona debutta con l'Argentinos Juniors e inizia l'ascesa della sua carriera.

Il primo periodo al Boca Juniors

DIARIO POPULAR/Getty Images

Dopo aver messo in mostra il suo talento nascente durante cinque anni straordinariamente carichi di gol all'Argentino Juniors, nel 1981 Maradona passa al Boca Juniors, il club più importante del paese. Qui nel corso di una stagione segna 28 gol in 40 partite e diviene una vera e propria icona del Boca.

Il debutto in Argentina VS Scozia

A 18 anni debutta con la nazionale Argentina contro la Scozia, dove segna uno dei 3 goal che vengono rifilati alla squadra avversaria.

Maiden World Cup 

La Coppa del Mondo del 1982. Ci si aspettava molto da Maradona. Ma a differenza del Mondiale del 1986, le cose non andarono secondo i piani. L'Argentina tornò a casa dal Mondiale spagnolo con la coda tra le gambe.

Barcellona

Il 5 giugno 1982 Maradona vola in Europa e passa al Barcellona, ridefinendo il baricentro del calcio mondiale.

Il Grande Napoli di Maradona

Il grande amore col Napoli inzia nel 1984, e lì passera 7 lunghi anni durante il quale la città lo consacrerà sul campo, ma anche fuori, tra le strade, i bar e i vicoli dove ancora oggi spiccano i murales che lo dipongo come un eroe.

Primo titolo di Serie A

Nel 1986-1987 il Napoli vinse il suo primo scudetto nel campionato, in cui batté dopo trentadue anni la Juventus al Comunale di Torino.

La mano di Dio

“Sapevo che era la mia mano. Non era intenzionale, ma l'azione è avvenuta così velocemente che il guardalinee non mi ha visto mettere la mano. L'arbitro mi ha guardato e ha detto: "Goal".
"È stata una bella sensazione come una sorta di vendetta simbolica contro gli inglesi".

Il Goal del secolo

Cinque minuti dopo aver realizzato il gol di mano, Maradona si esalta e illumina il mondo del calcio con il gol più elettrico, affascinante e perfetto della storia di questo sport.

La nazionale Belga vs Maradona

Quando Maradona dribblò mezza squadra belga nella semifinale della Coppa del Mondo.

La Coppa del Mondo

El Grafico/Getty Images

Il 29 giugno del 1986 l'Argentina vince i Mondiali dopo aver battuto la Germania per 3-2. Maradona alza la coppa.

Il trionfo della Coppa Uefa

Se la vittoria dello scudetto col Napoli era impensabile, la vittoria in Europa era ancora più impossibile da immaginare. Eppure nel 1989, ecco che accadde l'impossibile.

Il secondo Scudetto

Sempre per proseguire con i successi inimmaginabili che Maradona riesce a restituire al Napoli, nel 1990 ecco che arriva il secondo Scudetto.

I Mondiali del '90

Così piccolo, eppure così in alto

Maradona VS Italy

I Mondiali del 1990 vedono Italia e Argentina scontrarsi in semifinale. La sconfitta degli azzurri causerà un temporale di insulti e cori proprio durante la finale contro la Germania. Maradona ovviamente risponderà.

La sconfitta contro la Germania

"È il miglior rivale che abbia mai avuto. Immagino che sia abbastanza per definirlo".
Questo è ciò che Diego Maradona ha detto di Lothar Matthaus, l'uomo che lo ha marcato sapientemente durante la finale dei Mondiali del 1990.

Siviglia

Il ritorno di Maradona nella Liga non è stato particolarmente proficuo, ma si somma alle esperienze del fuoriclasse.

Il periodo al  Newell's Old Boys

Mondiale del 1994

Maradona arriva ai Mondiali del 1994 nella migliore forma possibile. Il numero 10 argentino era la stella 33enne di una nazionale che puntava a vincere la coppa.

Ritorno a casa dal mondiale

Il momento più buio quando Maradona risulta positivo alla cocaina al test antidoping.

Ritorno al Boca

Dedica da Napoli

Uno striscione appeso in un cimitero a Napoli dopo che Maradona consegnò loro il primo titolo in campionato.

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.

facebooktwitterreddit