Juventus

L'inglese di Chiesa dopo Italia-Austria: quei dubbi sulle parole a tema CR7

Niccolò Mariotto
Federico Chiesa, Cristiano Ronaldo
Federico Chiesa, Cristiano Ronaldo / MARCO BERTORELLO/Getty Images
facebooktwitterreddit

Al termine del match tra Italia e Austria di ieri sera, l'azzurro Federico Chiesa ha rilasciato una intervista ai microfoni di beIN Sports sfoggiando davvero un ottimo inglese e una grande padronanza linguistica.

Federico Chiesa
Federico Chiesa / FRANK AUGSTEIN/Getty Images

Tra le varie domande che sono state rivolte al giocatore una in particolare ha fatto rumore: alla domanda su chi preferirebbe incontrare ai quarti tra Belgio e Portogallo l'attaccante azzurro ha risposto che gli farebbe piacere avere di fronte i lusitani e Cristiano Ronaldo, suo compagno di squadra alla Juve. Che c'è di male in tutto questo vi starete chiedendo, no? Il fatto sta che Chiesa nel rispondere al giornalista ha parlato di CR7 al passato come se il campione di Funchal non fosse più un suo compagno di squadra. "He was my...", per poi correggersi.

Questo significa che Ronaldo la prossima stagione lascerà la Juventus e che Chiesa è già al corrente di tutto? I più maliziosi hanno interpretato l'errore del giocatore in questa maniera ma da qui a ipotizzare che il portoghese lascerà Torino solo per una semplice dichiarazione di un compagno di squadra ce ne vuole davvero. Quello di Chiesa è stato un lapsus, un errore innocente. D'altra parte l'inglese non è la sua lingua madre, sbagliare è normale e capita a tutti. Perfino a chi vanta una grande padronanza linguistica.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit