Champions League

L'incredibile statistica di Courtois in Champions League

Francesco Castorani
Celtic FC v Real Madrid: Group F - UEFA Champions League
Celtic FC v Real Madrid: Group F - UEFA Champions League / Robbie Jay Barratt - AMA/GettyImages
facebooktwitterreddit

24 parate sugli ultimi 25 tiri subiti in Champions League, come riporta un approfondimento di Marca. È questo l'impressionante dato che accompagna Thibaut Courtois nella massima competizione europea. Il portiere belga aveva concluso la scorsa stagione trionfando con due Coppe, quella dalle grandi orecchie alzata da tutti, e il riconoscimento personale come miglior giocatore della Finale di Champions League, ottenuto dopo le svariate parate decisive nell'ultimo atto contro il Liverpool.

La stagione corrente ha portato già a tre il numero di clean sheets consecutivi in Champions League (Liverpool, Celtic e Lipsia). L'ultimo ad averlo battuto nelle notti che tanto piacciono ai blancos è stato Riyad Mahrez nel ritorno della Semifinale poi vinta dal Real Madrid. Ieri ci hanno provato tante volte Werner e Nkunku approfittando di una gara non brillante dei Campioni d'Europa, ma hanno trovato di fronte a loro il gigante belga, sempre decisivo nei momenti sottotono dei suoi compagni.

Thibaut Courtois ha impiegato poco tempo a diventare tra i migliori nel suo ruolo con le maglie di Atletico Madrid e Chelsea, ma è con la camiseta del Real che ha scalzato tutti trasformandosi nel portiere più forte del mondo, almeno nella precedente stagione. Transfermarkt lo posiziona al primo posto nel suo ruolo con una valutazione di 60 milioni di euro, completando il podio con Gianluigi Donnarumma (50M) e Alisson (50M).

Ovviamente però, non è soltanto una questione di valutazione. Per un portiere mettersi in mostra non è facile, anzi, per le big la speranza è che l'estremo difensore venga chiamato in causa meno volte possibili. È per questo che, ancora più dei gol, le parate non vanno contate ma pesate. Se ci limitassimo a contarle, i migliori portieri del mondo risulterebbero essere quelli di squadre inferiori, abituati a subire un numero spropositato di tiri nell'arco di una stagione e chiamati chiaramente a più interventi.

Timo Werner, Thibaut Courtois, Daniel Carvajal
Real Madrid v RB Leipzig: Group F - UEFA Champions League / Angel Martinez/GettyImages

Quello del portiere è un ruolo solitario, soprattutto nei club più importanti, in cui, solitamente, il gioco si sviluppa verso l'altra area di rigore. Una delle difficoltà principali risiede dunque nel farsi trovare pronti in quei momenti della gara (o più in generale della stagione) in cui gli avversari si costruiscono azioni pericolose, ed è proprio in questo che Courtois eccelle.

La sua stazza intimorisce gli avversari, la sua incredibile agilità relazionata al suo fisico scoraggia chi deve gonfiare la porta alle sue spalle. Tra i tanti portieri che hanno raggiunto e si trovano a un livello altissimo, Thibaut Courtois sembra avere attualmente quel quid in più che gli permette di dimostrarsi tra i migliori in molte gare, nonostante i balletti in campo e di festeggiamento di Vinicius, l'esaltante forma di Valverde, i dribbling di Rodrygo, l'esterno di Modric e un'insaziabile Karim Benzema.

Alexis Saelemaekers, Arthur Theate, Axel Witsel, Charles De Ketelaere
Belgium v Estonia -World Cup Qualifier / Soccrates Images/GettyImages

Riuscirà il portiere belga a mantenere questi livelli al Mondiale con il Belgio? E quanto durerà il suo periodo di imbattibilità nella corrente Champions League con il Real Madrid?

facebooktwitterreddit