Kessié all'Inter: cosa garantirebbe in più al centrocampo nerazzurro?

Simone Catanzaro
Franck Kessie
Franck Kessie / Fran Santiago/GettyImages
facebooktwitterreddit

Franck Kessié sembra ormai abbastanza intenzionato a lasciare il Barcellona. Complice il poco minutaggio collezionato fin qui e una posizione sempre meno solida nelle gerarchie di Xavi, l'ivoriano non è soddisfatto della sua stagione fino a questo momento. Tra le tante ipotesi riguardo una sua possibile nuova destinazione, negli ultimi giorni si sarebbe aggiunta anche l'Inter. È cosa nota, infatti, che il club di Zhang abbia sempre mostrato apprezzamenti per Kessié, in particolar modo Ausilio, suo grande estimatore. Il corteggiamento dell'Inter nei confronti del centrocampista risale al 2017, quando il direttore sportivo nerazzurro provò a sondare il terreno per il centrocampista che era nel frattempo conteso tra Roma e Milan, con i rossoneri che la spuntarono sui giallorossi.
Negli anni successivi ci furono altri tentativi di approccio da parte di Ausilio, ma nulla di fatto, in quanto il calciatore e il Milan non avevano intenzione di separarsi.

Adesso la situazione, però, sembra essere diversa. Con l'addio di Kessié dal club rossonero e la conseguente situazione non positiva al Barça, i nerazzurri potrebbero avere qualche chance di riportare il calciatore a Milano, ma dall'altra parte del Naviglio. L'operazione sarebbe comunque difficile, in quanto attualmente Kessié guadagna 6 milioni e mezzo netti a stagione. Cifre che l'Inter sta discutendo solo per alcune accezioni, tra cui il rinnovo di Skriniar che ruota attorno a cifre simili.
In più il club blaugrana dovrebbe aprire al prestito, in quanto un'eventuale cessione a titolo definitivo sarebbe al momento una soluzione non percorribile.

Dal punto di vista tecnico, invece, Kessié potrebbe rappresentare una soluzione in più che attualmente manca al centrocampo nerazzurro. Un calciatore con la sua fisicità unita alla sua capacità di inserimento e di copertura del campo si plasmerebbe bene con il resto dei centrocampisti già presenti nella rosa, garantendo equilibrio in tutte le zone del campo. E in più consentirebbe a Calhanoglu e Brozovic di occuparsi meno della fase di interdizione e maggiormente di quella d'impostazione. In tutta la sua esperienza italiana Kessié ha fatto vedere di essere un giocatore completo sotto molti punti di vista e negli ultimi anni in rossonero è maturato ulteriormente.

Un eventuale approdo dell'ivoriano in nerazzurro, a livello mediatico, non farebbe certo piacere ai tifosi milanisti, ancora "scottati" dalla situazione legata a Calhanoglu, mentre per il club l'arrivo di Kessié rappresenterebbe senza dubbio un grande colpo.

facebooktwitterreddit