Serie A

La Juventus dei nuovi acquisti non stecca: Vlahovic e Zakaria, 2-0 al Verona

Alessio Eremita
Vlahovic e Zakaria
Vlahovic e Zakaria / ISABELLA BONOTTO/GettyImages
facebooktwitterreddit

La nuova Juventus post calciomercato non stecca e riprende la marcia verso la Champions o persino qualcosa in più. Un obiettivo quasi impossibile che i bianconeri ritengono raggiungibile grazie agli acquisti di Dusan Vlahovic e Denis Zakaria, integratisi al meglio nell'organico di Massimiliano Allegri e capaci di firmare il 2-0 definitivo sul Verona. L'attaccante serbo apre i conti, il centrocampista svizzero li chiude: un impatto straordinario dei due volti nuovi, che trascinando la Vecchia Signora al quarto posto della classifica a -8 dal primo posto (seppur l'Inter abbia una partita ancora da disputare).

Denis Zakaria
Esulta Zakaria / Jonathan Moscrop/GettyImages

La chiave tattica di Juventus-Verona

La Juventus padroneggia sotto ogni punto di vista. Il risultato è frutto di una trama articolata e non spettacolare, ma estremamente concreta. Il Verona di Tudor cerca la fisicità e il duello a centrocampo per interrompere l'egemonia bianconera, riuscendovi a tratti. Buona l'applicazione, mediocre la resa finale: là davanti mancano i pezzi da novanta come Gianluca Caprari e Giovanni Simeone.

L'episodio della partita Juventus-Verona

Indubbiamente, il gol di Dusan Vlahovic. L'attaccante serbo si mostra carichissimo già dal pre-partita e impiega solamente dodici minuti per far impazzire di gioia i suoi nuovi tifosi: attacco della profondità sul filtrante di Paulo Dybala e tocco morbido col mancino a scavalcare Lorenzo Montipò. Poi spazio all'euforia collettiva tra abbracci, Dybala mask e cori dell'Allianz Stadium.

Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic / Giuseppe Cottini/GettyImages

Il migliore in campo di Juventus-Verona: Vlahovic, voto 7.5

Senza nulla togliere agli altri, questa è la notte di Vlahovic. L'ex Fiorentina non sente il peso della pressione e vive magicamente il suo esordio con la maglia della Juventus: dal primo minuto si nota la sua voglia di spaccare il mondo e ci riesce, confermando di essere l'uomo giusto nel posto giusto. L'atto prima è stato spaventoso, vedremo il resto dell'opera.

Il tabellino di Juventus Verona

MARCATORI: 13′ Vlahovic, 60′ Zakaria.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Danilo, de Ligt, Chiellini (75′ Rugani), De Sciglio; Zakaria (84′ McKennie), Arthur, Rabiot; Dybala (75′ Cuadrado), Vlahovic, Morata (84′ Kean). A disposizione: Pinsoglio, Perin, Pellegrini, Bonucci, Kaio Jorge, Aké. Allenatore: Allegri.

VERONA (3-4-3): Montipò; Casale (84′ Sutalo), Gunter, Ceccherini (72′ Retsos); Depaoli, Tameze, Veloso (46′ Bessa), Lazovic; Barak (72′ Kalinic), Ilic (84′ Praszelik); Lasagna. A disposizione: Chiesa, Berardi, Cancellieri, Coppola. Allenatore: Tudor.

ARBITRO: Massimi di Termoli.

AMMONITI: 17′ Depaoli, 58′ Morata.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit