Juventus

Juventus-Spezia, le pagelle dei bianconeri: specialista Vlahovic, è arrivato Milik

Francesco Castorani
Juventus - Spezia
Juventus - Spezia / Emilio Andreoli/GettyImages
facebooktwitterreddit

Una Juventus scottata dall'immeritato pareggio contro la Roma reagisce ancora allo Stadium e ottiene tre punti contro lo Spezia a Torino, imponendosi per 2-0 grazie alle reti di Vlahovic e Milik.

I padroni di casa la sbloccano subito con la magia di Dusan Vlahovic, dalla stessa mattonella di sabato scorso al nono minuto di gioco. Una prestazione attenta, meno aggressiva rispetto a quella contro i giallorossi, ma comunque funzionale alla vittoria finale e sicuramente un po' più matura. La squadra di Max Allegri sta crescendo e tiene il passo delle prime. Scopriamo le pagelle dei bianconeri.

Szczesny 5.5 - Un'imprecisione su una palla alta che poteva costare cara nel primo tempo e che causa anche il suo infortunio. Esce in lacrime per una sospetta distorsione alla caviglia. (Dal 42' Perin 6)

Danilo 6.5 - È il jollly difensivo di Max Allegri e, tornato nella sua posizione abituale, si dimostra come sempre attento in entrambe le fasi. Sbaglia un gol che avrebbe chiuso la gara 5 minuti prima del novantesimo. (Dall'85' Alex Sandro sv)

Gatti 6 - Il suo esordio in Serie A termina senza sbavature. Dominante sul piano fisico, sbaglia poco.

Bremer 7 - Guida la difesa dei bianconeri con la solita personalità e chiude su tutte le indecisioni e le palle vacanti all'interno dell'area di rigore.

De Sciglio 5.5 - I maggiori pericoli arrivano dalla sua fascia. fa fatica nell'ultimo quarto d'ora del primo tempo a contenere la coppia Bastoni-Holm.

Locatelli 6 - Paredes è arrivato allo Stadium a gara iniziata e probabilmente prenderà il posto da regista del Nazionale italiano, ruolo interpretato ancora con intelligenza da Locatelli.

Rabiot 6.5 - Allontanate le voci dell'addio sembra un giocatore diverso. Anche oggi offre una buona prestazione da mezz'ala. Si muove bene tra le linee e gioca a testa alta, senza paura di inserirsi.

Miretti 6.5 - Gli occhi su di lui dopo le parole al miele di Allegri e la sorprendente prestazione contro la Roma. Il giovane Miretti porta a casa la sufficienza con una prestazione buona, senza acuti, ma con qualche scelta sbagliata. Allegri lo tiene in campo 90 minuti e ha ragione: è suo l'assist per il raddoppio di Milik.

Cuadrado 6.5 - Conquista la punizione del gol del vantaggio, come sabato scorso. Ormai adattato come ala destra, crea meno pericoli nella serata di oggi. (Dal 55' Kostic 5.5, prova a strappare qualche volta, ma fa fatica a entrare in partita).

Kean 5.5 - Sulla sua fascia la Juve spinge poco e l'italiano, già spostato in una posizione non abituale, ne risente. (Dal 55' Di Maria 5.5, Allegri lo inserisce per provare a chiudere la gara, ma è in difficoltà e non offre spettacolo come contro il Sassuolo)

Vlahovic 7.5 - I gol che pesano sono anche quelli che cambiano l'inerzia con le squadre ancora fredde. È il suo secondo gol consecutivo su calcio di punizione, il secondo sul risultato di 0-0. il quarto in altrettante gare. Trascinatore. (Dall'85' Milik 7, una palla un gol. Chiude la partita nel recupero e si presenta così all'Allianz)

facebooktwitterreddit