Serie A

Juventus-Napoli 1-1: Chiesa risponde a Mertens, pari all'Allianz Stadium

Alessio Eremita
Juventus-Napoli
Juventus-Napoli / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Sì, no, forse. Alla fine si gioca! Juventus e Napoli scendono in campo per il posticipo della 20a giornata di Serie A regalando spettacolo ed emozioni nel corso di una partita che sembrava non dover disputarsi per via dei numerosi casi di Covid nel gruppo-squadra azzurro. Con due sole riserve di valore, la squadra dell'assente Spalletti ribalta i pronostici della vigilia e passa in vantaggio al 23' grazie alla rete di Mertens.

I bianconeri accusano il colpo, ma nel secondo tempo rialzano la testa e ristabiliscono la parità con Chiesa. Un gol pesante, quello dell'ex Fiorentina, che evita l'ennesimo stop stagionale della Juve. La distanza dalle prime quattro posizione resta comunque ampia, in attesa di conoscere le decisioni su Bologna-Inter e Atalanta-Torino che non si sono giocate.

La chiave tattica di Juventus-Napoli

Partita disputata ad alti ritmi nonostante ogni problematica sorta negli ultimi giorni. La Juventus si mostra più guardinga e attende il momento giusto per colpire, con un giro palla piuttosto lento. Il Napoli, invece, aggredisce l'avversario con rapidità e spensieratezza. Due filosofie differenti, quelle di Allegri e Spalletti (non presente in panchina causa Covid) che danno vita a un vero e proprio big match.

L'episodio della partita Juventus-Napoli

Un episodio passato inosservato - o almeno così è stato in campo - è il rigore mancante alla Juventus. Sugli sviluppi di una punizione di Cuadrado al 42', Mertens devia il pallone col braccio: pochissime proteste nei confronti dell'arbitro Sozza, che lascia proseguire. In caso di penalty, la Juve avrebbe potuto pareggiare prima il risultato.

Il migliore in campo di Juventus-Napoli: Mertens, voto 7.5

Il man of the match è Mertens, autore del gol del momentaneo vantaggio e più volte vicino al raddoppio. La rete dell'attaccante belga rappresenta l'ennesimo tocco di classe della sua carriera, un colpo da biliardo imprendibile per Szczesny.

Juventus v Napoli - Serie A
Dries Mertens / Anadolu Agency/GettyImages

Il tabellino di Juventus-Napoli

MARCATORI: 23′ Mertens, 54′ Chiesa.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, Rugani, De Ligt, Alex Sandro (75′ De Sciglio); McKennie, Locatelli, Rabiot (65′ Bentancur); Chiesa (81′ Kulusevski), Morata (75′ Kean), Bernardeschi (65′ Dybala). A disposizione: Perin, Senko, Arthur. Allenatore: Allegri.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Ghoulam; Demme, Lobotka (90+2′ Zamoli); Politano (76′ Elmas), Zielinski, Insigne; Mertens (88′ Petagna). A disposizione: Marfella, Costanzo, Idasiak, Vergara, Spedalieri, Zanoli. Allenatore: Domenichini.

ARBITRO: Sozza di Seregno.

AMMONITO: Alex Sandro.

Le pagelle di Juventus-Napoli

Chiesa 7 - L'esterno della Juventus non trova molti spazi nel primo tempo, ma colpisce a inizio ripresa salvando i suoi da una bruciante sconfitta.

Cuadrado 6,5 - Il colombiano corre tanto sulla fascia e partecipa all'azione del pareggio bianconero. Concede davvero poco in fase difensiva.

De Ligt 6,5 - Il colosso olandese macchia la propria prestazione con il tentativo fallito sul tiro di Mertens, sporcato comunque dal guantone di Szczesny. Si riprende dallo sconforto e conferma tutte le sue qualità.

Insigne 6,5 - Il capitano resta tale nonostante le voci di mercato che lo avvicinano al Toronto. Il suo impegno non manca, soprattutto in una partita così decisiva.

Politano 6,5 - Apprezzabile l'impegno offensivo dell'ex Sassuolo, costante spina nel fianco della Juventus.

Ospina 6,5 - Il portiere del Napoli si mette al servizio della squadra in una partita complicata. Non può nulla sul gol di Chiesa, anzi compie diverse parate decisive.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit