Inter

Juventus - Inter 2-4, le pagelle dei nerazzurri: Perisic implacabile

Andrea Gigante
Juventus - Inter
Juventus - Inter / Danilo Di Giovanni/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'Inter batte 2-4 la Juventus e vince la Coppa Italia. La finale dell'Olimpico finisce 2-2 nei minuti regolamentari, ma ai supplementari i nerazzurri la spuntano grazie alla doppietta di Perisic. Ecco le pagelle dei giocatori interisti.

Handanovic 5.5 - La parata su Vlahovic nel primo tempo è da campione, la papera sul tiro deviato di Alex Sandro un po' meno;

Skriniar 6.5 - Ruba palloni a tutti i giocatori con la maglia bianconera che gli capitano intorno, solita partita monumentale;

de Vrij 6 - Non gioca bene per gran parte del tempo, ma nei tempi supplementari si fa colpire dal connazionale de Ligt e regala all'Inter il rigore che porta al vantaggio;

D'Ambrosio 5.5 - Fatica a contenere l'esuberanza di Bernardeschi e si fa abbindolare come un novellino sulla finta di Vlahovic (63' Dimarco 6.5 - Il suo ingresso mette un po' di brio all'attacco interista, serve a Perisic l'assist del definitivo 4-2; 116' Bastoni sv);

Darmian 5 - Tiene colpevolmente in gioco Vlahovic in occasione del secondo gol bianconero. Per il resto non incide mai in fase offensiva (63' Dumfries 6 - Nessuno strappo significativo, ma sempre la solita affidabilità);

Barella 6.5 - Ci mette appena 5' a rompere il ghiaccio della finale. Poi sparisce in fase offensiva per concentrarsi sul recupero dei palloni;

Brozovic 6.5 - Solita grande partita da parte del metronomo croato che detta i tempi ai compagni e recupera dai piedi juventini un numero incalcolabile di palloni;

Calhanoglu 7 - Più che un rigore ha battuto una rimessa dal fondo. Una cannonata. Smista ogni pallone con grande qualità (90' Vidal sv)

Perisic 8 - L'esterno croato è l'MVP di Juventus - Inter. Perisic ha corso avanti e indietro per tutto il tempo, seminando il panico sulla corsia bianconera. Nei supplementari, quando i suoi colleghi erano sulle ginocchia, lui non ha avuto problemi a fare ancora su e giù e a tirar fuori dal cilindro quel tiro che ha portato la Coppa Italia alla corte di Simone Inzaghi

Lautaro 6.5 - Non si vede praticamente mai per tutti i novanta minuti, poi però si redime procurandosi il rigore che protrae la sfida ai supplementari (90' Sanchez sv)

Dzeko 5 - Il bosniaco conferma il suo scarso rendimento di forma e anche stasera trascorre la partita da spettatore non pagante (63' Correa 6 - Non costruisce nessuna azione da gol, però offre una prova sufficiente).


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit