Juventus

Juventus - Inter 2-4, le pagelle dei bianconeri: de Ligt horror, bene Chiellini

Andrea Gigante
Juventus - Inter
Juventus - Inter / Silvia Lore/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Juventus si arrende all'Inter ed esce sconfitta dalla finale di Coppa Italia. I bianconeri, passati in svantaggio dopo 5', la ribaltano grazie a Morata e Vlahovic, ma si fanno a loro volta rimontare dal rigore di Calhanoglu e dalla doppietta ai supplementari di Perisic. Ecco le pagelle dei giocatori della Vecchia Signora:

Perin 6 - Innocente su tutti i quattro gol interisti. Compie qualche parata, ma è ordinaria amministrazione;

Danilo 5.5 - Soffre il mismatch fisico con Perisic che quando lo punta lo supera sempre (40' Morata 5.5 - Il suo zampino illude i bianconeri, ma oltre al gol del pareggio non fa nient'altro di buono);

de Ligt 4 - Protagonista in negativo della finale di Coppa Italia. Non appena esce Chiellini va nel pallone e causa i due rigori che regalano la partita ai nerazzurri;

Chiellini 6.5 - Il capitano onora la sua ultima finale con la maglia della Juventus coordinando con diligenza la linea difensiva e dominando senza problemi il duello fisico con Dzeko (84' Arthur 5.5 - Non riesce mai ad accelerare i giri nel motore juventino);

Alex Sandro 6 - In fase difensiva passa una serata abbastanza tranquilla, tanto da trovare il tempo per creare i presupposti per il gol di Morata (91' Pellegrini 5 - Entra per portare brillantezza sulla fascia, ma è confuso e frettoloso);

Rabiot 5.5 - Tanto lavoro sporco per il francese che fa discretamente bene in fase difensiva e di interdizione. In zona avanzata non è reperito;

Zakaria 6 - Senza troppi fronzoli la prestazione dello svizzero che bada al sodo e gioca il pallone servendo sempre il compagno vicino (66' Locatelli 5.5 - Si è ripreso dall'infortunio ma è ancora fuori forma);

Cuadrado 6 - Quando viene arretrato a fare il terzino migliora il suo gioco. Solita spina nel fianco sulla destra, ma non produce mai niente di concreto.

Dybala 6 - Nel primo tempo va vicino al gol in due occasioni, nella ripresa manda in porta Vlahovic. Poi però scompare (100' Kean sv);

Bernardeschi 6.5 - Da esterno sulla destra, quando ha la possibilità di rientrare e inventare, può fare la differenza. Serve diversi palloni interessanti (66' Bonucci 5 - Non riesce a raccogliere la leadership di Chiellini e il reparto rimane senza guida);

Vlahovic 6.5 - La finta con cui mette a sedere D'Ambrosio è da nove vero. Il suo gol illude i bianconeri, ma la sua prova è più che positiva.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit