Juventus

La Juve è davvero un’avversaria meno temibile del City per il Villarreal?

Giovanni Benvenuto
Juventus FC
Juventus FC / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Juventus ha pescato il Villarreal nel sorteggio degli ottavi di finale di Champions League. I bianconeri se la dovranno vedere con il "sottomarino giallo" di Emery per staccare il biglietto dei quarti di finale. Momentaneamente fa eco la dichiarazione di Marcos Senna che, secondo il suo parere, il City sarebbe stato più pericoloso della formazione allenata da Massimiliano Allegri.

E' vero, il Manchester City possiede in rosa diversi profili di altissimo livello. Basti pensare a Kevin De Bruyne, Bernardo Silva, Joao Cancelo giusto per citarne alcuni. Identikit di prima fascia, che non corrisponderebbero al livello della Juventus. La rosa bianconera continua il suo momento no in campionato: altri due punti persi nella sfida contro il Venezia allenato da Paolo Zanetti e da aggiungere ci sarebbe anche il primo posto ottenuto nel girone grazie al pareggio dello Zenit.

Una Juve che con le squadre ben organizzate e ciniche fatica a ingranare, infatti oltre alla corsa balbettante in chiave scudetto brucia ancora la spedizione londinese di Stamford Bridge dove il Chelsea si è imposto fissando il punteggio sul 4-0 con molta facilità. Segno di come il gap con i top club europei sia ancora da colmare.

Callum Hudson-Odoi
L'esultanza di Hudson-Odoi / Nicolò Campo/GettyImages

Dal punto di vista dei singoli il divario non è poi così netto, da sottolineare invece quello del gioco dove i bianconeri non sono riusciti a imporre la loro supremazia in diverse occasioni. Colpa anche della fragilità, un punto debole per Allegri & Co. che hanno sempre sofferto specialmente sulla retroguardia dove la pulizia tattica delle medio piccole ha creato qualche grattacapo. Da sottolineare anche l'atteggiamento attendista e rinunciatario al pressing, oltre ai movimenti senza palla che spesso mancano alla squadra.

Se da un lato c'è un club che sembrerebbe aver perso la bussola, dall'altro c'è un Villarreal sfacciato e spietato che non va sottovalutato. Una squadra che predilige le verticalizzazioni e cerca sempre di scardinare la difesa avversaria oltre a dimostrare compattezza tra i reparti e non concedere la profondità.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Nicolò Campo/GettyImages

La Juventus adesso dovrà rimboccarsi le maniche per evitare la terza eliminazione di fila agli ottavi, ma di fronte c'è un avversario ostico pronto a colpire nei momenti più opportuni. Dai risultati ottenuti finora fino alla manovra di gioco: ecco perché la Juve è meno temibile del City per il Villarreal.

Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit