Jude Bellingham può già essere considerato il favorito per il Pallone d'Oro 2024?

Un impatto fenomenale col Real Madrid tra Liga e Champions: potrà giocarsi il Pallone d'Oro tra un anno?

Bellingham
Bellingham / Eric Alonso/GettyImages
facebooktwitterreddit

Che la maglia del Real Madrid abbia un valore simbolico speciale, un peso tutto suo, non lo scopriamo certo oggi ma, d'altro canto, l'impatto di Jude Bellingham con le Merengues ci porta a valutare un effetto quasi magico di quella divisa sulla carriera del talento inglese. L'attualità ci consegna un prospetto di campione persino superiore a quello che, nell'esperienza al Borussia Dortmund, potevamo già immaginare, soprattutto pensando al clamoroso impatto a livello realizzativo nell'undici di Ancelotti: di fatto il Real ha trovato (curiosamente in un centrocampista) l'erede di Benzema come bomber della squadra. L'età di Bellingham (appena ventenne) e la sua capacità di essere già decisivo ci permettono di individuarlo, a priori, come uno dei candidati principali per il Pallone d'Oro del futuro, magari già a partire dal 2024.

Jude Bellingham e il Pallone d'Oro

Il Pallone d'Oro 2023 ha sancito il debutto di Bellingham tra i candidati per il riconoscimento più atteso ma, pensando al Trofeo Kopa (quello rivolto al miglior Under 21 del mondo) possiamo notare come il 2003 inglese possa già vantare un secondo posto nel 2021 (alle spalle di Pedri) e due ulteriori candidature, tra cui quella per la stagione in corso.

Jude Bellingham
Bellingham / Eric Alonso/GettyImages

La capacità di diventare un elemento cruciale del Borussia Dortmund appena maggiorenne (anche in Champions League) ha fatto sì che Bellingham, già dal 2020, attirasse su di sé l'attenzione degli addetti ai lavori ma ora, di fatto, si è approdati a una nuova fase della sua carriera, una fase che lo vedrà inesorabilmente far parte dei principali candidati per il Pallone d'Oro da qui ai prossimi 10 anni. Al contempo, pensando al 2023, sono concrete le possibilità che Bellingham possa assicurarsi il Trofeo Kopa (dopo le due candidature degli scorsi anni).

Jude Bellingham potrà vincere il Pallone d'Oro 2024?

L'impatto devastante sulla Liga di Bellingham, riflesso peraltro anche sul rendimento e sui numeri in Champions League, è riuscito - come detto - ad amplificare ulteriormente tutte le valutazioni positive che già circondavano il centrocampista. Dieci gol in dieci partite nella Liga, tra cui una doppietta al Barcellona decisiva per il Clasico, hanno trovato conferma anche nei tre gol (in tre partite) realizzati in Champions.

Spostando il discorso al di fuori del club, valutando dunque l'impatto sull'Inghilterra, è evidente quanto i Tre Leoni sperino che Bellingham rappresenti quell'ultimo tassello mancante per tornare a vincere un trofeo. Euro 2024, in questo senso, sarà un crocevia fondamentale per dare un'ulteriore dimostrazione di forza e di maturità: condurre l'Inghilterra al successo, insomma, potrebbe risultare la strada decisiva per diventare un serio candidato per il Pallone d'Oro. Al contempo, come ovvio che sia, collezionare trofei col Real Madrid potrebbe essere l'altro aspetto fondamentale per ottenere l'ambito riconoscimento individuale: gli ingredienti di base, ad oggi, sembrano esserci tutti.

feed

I possibil rivali di Bellingham per il Pallone d'Oro 2024

Il Pallone d'Oro cerca da tempo un vero e proprio ricambio generazionale, i tempi però non sembrano ancora maturi e il 2023 potrebbe regalare l'ennesima conferma di un volto noto e già celebrato a più riprese. Quale potrebbe essere lo scenario nel 2024? Profili più esperti potrebbero effettivamente lasciare il passo ai giovani in rampa di lancio, per quanto sia complesso tagliare fuori a priori Leo Messi (considerando la Copa America del 2024 come nuovo appuntamento rilevante).

Harry Kane, Jude Bellingham
Bellingham e Kane / Richard Sellers/Allstar/GettyImages

Il nome di Kylian Mbappé appare come sicuro protagonista del podio e le componenti da considerare sono sotto gli occhi di tutti: la necessità di un PSG protagonista in Champions (con quel successo tanto sospirato) e una Francia campione d'Europa. Haaland sarà un altro dei primi classificati, pochi dubbi a riguardo: in questo senso emerge l'aspetto penalizzante di una Nazionale - quella norvegese - che non permette al bomber del City di mettersi in mostra anche da quel punto di vista (come accade invece ai rivali). Un altro profilo valido può essere quello di Harry Kane, con la possibilità di brillare in Champions grazie al Bayern Monaco e con l'imperativo di trascinare l'Inghilterra a Euro 2024.