Premier League

Jorginho merita il Pallone d'Oro? Il pensiero dei tifosi del Chelsea

Alessandro Eremiti
Chelsea - Southampton - Carabao Cup
Chelsea - Southampton - Carabao Cup / Alessandro Eremiti
facebooktwitterreddit

Stamford Bridge - Martedì di Coppa a Stamford Bridge, dove il Chelsea di Tuchel, reduce dalla goleada al Norwich di sabato, ospita il Southampton. Il clima sorprendentemente tiepido di questo fine ottobre, rende la serata ancora più piacevole e fa sì che i tifosi dei Blues popolino le strade intorno allo stadio già due ore prima del calcio d'inizio.

Le maglie di Drogba e Hazard, idoli mai dimenticati da queste parti, vanno ancora per la maggiore sulle schiene dei tifosi adulti, mentre i più piccoli sembrano preferire Havertz - eroe della notte di Porto - Mount e Lukaku.

E Jorginho? Visto che sono qui, voglio chiedere alla gente del Chelsea se pensa che il centrocampista azzurro meriti il Pallone d'Oro.

Jorginho
Jorginho, centrocampista del Chelsea e della Nazionale / Visionhaus/GettyImages

"Ha vinto Champions League ed Europei, cosa deve fare di più?!" È la risposta che va per la maggiore. Per i più scettici c'è il 50% di possibilità: "Se guardiamo quel che ha vinto, non ci sono dubbi, però a contendersi il premio ci sono tantissimi fuoriclasse e Messi è sempre Messi" , mi dice un ragazzo quasi sconsolato. Per un altro invece non ci sono dubbi: "Questa foto tra poco diventerà realtà", urla sorridente mentre mi mostra una foto di Jorginho che tiene in mano il Pallone d'Oro.

La partita

Il Chelsea, controlla la partita sin dalle prime battute, nonostante Tuchel abbia scelto di far riposare molti titolare. Havertz, il più attivo dei suoi, sfiora il vantaggio dopo 20' con un destro a giro che termina a lato di un soffio. A metà del primo tempo, il manager dei Blues, si infuria con la panchina ospite - troppo frastuono per capire il motivo - e incita Barkley che vuole sfruttare l'occasione per mettersi in mostra. Al 44' arriva il vantaggio del Chelsea con Havertz: il tedesco che salta più in alto di tutti sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Stamford Bridge, sold out anche nel quarto turno della Carabao Cup, ricorda a tutti chi sono i Campioni d'Europa e si va al riposo sull'1a 0.

Kai Havertz
Chelsea v Southampton - Carabao Cup Round of 16 / Sebastian Frej/MB Media/GettyImages

La ripresa, decisamente più divertente, inizia con il botto: al 47' Che Adams trova il pari per il Southampton. Il Chelsea non ci sta e prova subito a rimettere le cose a posto con il solito Havertz che rientra sul sinistro e si vede negare la gioia del gol da uno strepitoso intervento di Forster. A metà della ripresa, Tuchel manda dentro Mount, accolto con un ovazione dal pubblico e Chilwell, mentre i Saints provano a puntare sulla velocità di Walcott.

Al 73' squillo del Chelsea con Saul, che dopo un'ora abbondante di anonimato conclude prima a lato e poi colpisce la traversa con un tiro a giro. Gli ospiti rispondono con Smallbone a cui Kepa nega la gioia del gol sotto il settore ospiti. Al 90' ancora Chelsea con Hudson-Odoi - uno dei più vivaci dei suoi -che prova lo slalom in area e conclude sull'esterno della rete. Nel recupero i Saints mancano il match point per due volte nel giro di 30 secondi, ma trovano ancora un Kepa strepitoso a dire no.

1-1 finale e calci di rigore con i Blues che si aggiudicano la lotteria e accedono al turno successivo.

Chelsea - Southampton - Carabao Cup
Chelsea e Southampton prima dei rigori / Alessandro Eremiti

Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit