Milan

Valigie in mano per Jens Petter Hauge: il Milan fa bene a liberarsi di lui o rischia di commettere un errore?

Niccolò Mariotto
Jens Petter Hauge
Jens Petter Hauge / Marco Canoniero/Getty Images
facebooktwitterreddit

Futuro sempre più lontano dal Milan per Jens Petter Hauge. Il giovane esterno norvegese non è stato convocato per il match amichevole con il Nizza di ieri e tutto lascia presagire che la sua avventura a Milano sia giunta al termine.

Jens Petter Hauge
Jens Petter Hauge / Jonathan Moscrop/Getty Images

Acquistato la scorsa stagione dal Bodø/Glimt per 5 milioni di euro, Hauge sarà ceduto per una quindicina di milioni: su di lui è forte l'interesse del Francoforte, del Wolfsburg e del Watford. Con la maglia del Milan il norvegese classe 1999 ha messo insieme 24 presenze impreziosite da 5 gol e 1 assist. Ma la scelta dei rossoneri di liberarsi di lui è veramente quella giusta?

A nostro parere no. Anzi è troppo affrettata. Il Milan avrebbe dovuto essere un po' più paziente con Hauge, stiamo pur sempre parlando di un giocatore di 21 anni alla sua prima esperienza in un grande club: vero che le prestazioni del giocatore non sono sempre state all'altezza delle aspettative ma scaricarlo in questo modo dopo appena un anno è eccessivo e sbagliato.

Jens Petter Hauge
Jens Petter Hauge / Alessandro Sabattini/Getty Images

La soluzione più corretta sarebbe stata quella di cederlo in prestito uno o due anni in una squadra di Serie A così da permettergli di giocare con continuità e maturare. Al momento non c'è ancora nulla di ufficiale ma se il Milan cedesse davvero Hauge andrebbe a commettere un errore enorme. Il classe '99 ha un gran potenziale, lasciarlo partite così alla leggera è sbagliato.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit