Primo Piano

Mancini: "Kean e Raspadori? Giovani e forti, è tutto nei loro piedi"

Omar Abo Arab
Roberto Mancini
Roberto Mancini / VINCENZO PINTO/Getty Images
facebooktwitterreddit

Missione compiuta per l'Italia di Roberto Mancini che, seppur largamente rimaneggiata, spazza via 5-0 la Lituania e rimette tra sé e la Svizzera (0-0 con l'Irlanda del Nord) 6 punti di distacco in vista dello scontro diretto. Queste le parole del CT azzurro ai microfoni di Rai Sport: "Il pari della Svizzera con rigore sbagliato? Tutti possono sbagliare, l'importante è mantenere la calma e la tranquillità: solo così non avremo problemi".

Giacomo Raspadori, Moise Kean
Moise Kean e Giacomo Raspadori / Claudio Villa/Getty Images

Su Raspadori, tra i protagonisti della serata: "Il ragazzo è pronto e lavorava con noi già dall'Europeo. Ha qualità, ma è giovane e deve ancora fare esperienza. Kean? Stesso discorso, sta tutto nelle loro teste e nei loro piedi. Se loro si impegnano e lavorano con serietà avranno un gran futuro... ma dipende da loro".

Jorginho
Jorginho / Claudio Villa/Getty Images

Su Jorginho, alla terza di fila con la fascia da capitano: "Ho lasciato fuori Leo (Bonucci, ndr) che per noi è molto importante e avevo bisogno di un giocatore capace di dare ordine in campo. Gli ho chiesto di giocare almeno un tempo. Nations League con il record di imbattibilità? La affrontiamo felici" ha chiosato Mancini.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit