Nazionale

Italia-Germania 1-1: Pellegrini illude, Kimmich pareggia. Le pagelle degli azzurri

Marco Deiana
L'esultanza dell'Italia dopo il gol di Pellegrini
L'esultanza dell'Italia dopo il gol di Pellegrini / Ciancaphoto Studio/GettyImages
facebooktwitterreddit

Italia buona e convincente contro la Germania. Nella prima giornata del Gruppo 3 della Lega A della Nations League 2022-23, gli azzurri di Roberto Mancini pareggiano 1-1. Passa in vantaggio l'Italia con un tap-in facile di Lorenzo Pellegrini su assist del giovane Gnonto, ma il pareggio tedesco è immediato e porta la firma di Kimmich.

Un punto d'oro per iniziare questa nuova edizione della UEFA Nations League, ma soprattutto uno spirito ritrovato dopo le delusioni legate alla mancata qualificazione a Qatar 2022 e la sconfitta nella Finalissima 2022.

Il Mancio ha trovato il centravanti?

Bocciato Belotti, assente Immobile. Roberto Mancini lancia dal primo minuto Scamacca e il centravanti del Sassuolo si fa trovare pronto all'appuntamento. Tanto lavoro sporco, diverse sponde. È sempre al centro dell'azione e gioca con la squadra.

Un attaccante diverso rispetto a Immobile, probabilmente più adatto anche al modo di vedere il calcio del commissario tecnico azzurro. Non trova la rete ma colpisce un palo.

Lo spirito azzurro: un nuovo inizio

Indipendentemente dal risultato, l'Italia vista al Dall'Ara riporta un po' di sano ottimismo nell'ambiente azzurro. Il Mancio cambia dieci giocatori dalla formazione titolare rispetto alla Finalissima. Di fatto l'unico punto fermo rimane Donnarumma e della squadra base che ha vinto l'Europeo appena un anno fa non rimane nessuno. Questa freschezza (e forse anche voglia di mettersi in mostra) danno nuova vita all'Italia che riappare in parte quella vista nel primo ciclo di Roberto Mancini.

Tanta corsa, buon palleggio. L'avversario di turno, la Germania, esalta ancor di più i notevoli passi avanti rispetto alla Finalissima contro l'Argentina.

Nel finale di partita la squadra in campo risulta avere un'età media bassissima, considerando gli ingressi in campo di giocatori come Ricci, Pobega, Gnonto, Cancellieri e Dimarco.

Le pagelle degli azzurri dopo Italia - Germania

Scamacca 7 - Forse Mancini ha trovato il centravanti titolare del prossimo ciclo azzurro (pur tenendo in considerazione sempre Immobile, che è il capocannoniere della Serie A).

Frattesi 7 - Nei movimenti ricorda Barella e avere una alternativa al centrocampista nerazzurro male non fa. Gioca con personalità.

Cristante 6 - Non sempre brillantissimo nel ruolo di centrale di centrocampo. Abituato a giocare in una mediana a due, a tre deve (forse) trovare i tempi di gioco.

Gnonto 7,5 - Esordio con assist. Gasa il Dall'Ara. Se il buongiorno si vede dal mattino.

Florenzi 6,5 - Sempre positivo nell'atteggiamento e nei movimenti in campo.

Politano 6,5 - Dà imprevedibilità e un pizzico di fantasia sull'out destro d'attacco dell'Italia. Esce per infortunio.

Tonali 7 - Inizia con il freno a mano tirato, poi minuto dopo minuto prende confidenza con la maglia azzurra e con il ruolo di mezzala.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit