Mancini: "Non abbiamo gerarchie. Kean? Deve comportarsi bene e deve giocare bene. Jorginho da Pallone d'Oro"

Antonio Parrotto
Roberto Mancini
Roberto Mancini / Claudio Villa/Getty Images
facebooktwitterreddit

Roberto Mancini, commissario tecnico dell'Italia, è intervenuto in conferenza stampa per parlare per la prima volta dopo la vittoria degli Europei. Riparte la Nazionale. Ora il mirino è puntato sulle qualificazioni ai prossimi Mondiali. Ecco le parole del c.t. azzurro.

Cambio di gerarchie?

"Non abbiamo gerarchie. Prima ho ringraziato tutti i ragazzi, anche quelli che hanno giocato le qualificazioni. Noi dobbiamo avere in campo i giocatori che stanno meglio e ci sono giocatori che fanno parte di questo gruppo dal primo giorno. Chi è qui ora è giusto che sia qui”.

Jorginho Pallone d'Oro?

"Penso di sì. Jorginho sta facendo bene da anni e quest'anno ha vinto tutto ciò che ha giocato, se lo merita”.

Kean e Donnarumma?

"Kean l'abbiamo chiamato che era all'Everton e ora è alla Juventus... (ride, ndr). L'abbiamo lasciato a casa prima dell'Europeo con grande dispiacere, ma dicendogli che sarebbe tornato. Deve giocare e giocare bene, comportarsi da professionista. Le qualità le ha. Donnarumma non sta giocando solo perché è arrivato un po' in ritardo rispetto agli altri giocatori del PSG, solo per questo”.

Insigne centravanti?

"Insigne può fare il centravanti, l'ha fatto anche con noi durante qualche partita”.

Roberto Mancini
Roberto Mancini / Claudio Villa/Getty Images

Effetto appagamento?

"Noi iniziamo e incontriamo squadre che hanno già 8-9-10 partite nei loro campionati. Non credo nell'appagamento, questi ragazzi prendono sempre tutte le partite al massimo e questa è sempre stata la nostra forza. Le partite per giocarle bene e vincere devi sempre essere concentrato”.

Zaniolo e Pellegrini?

"La vittoria all'Europeo è merito di tutto il gruppo che ci ha portato fino all'Europeo, anche quello che poi all'Europeo non sono venuti. Il merito va anche esteso a tutti loro - riporta calciomercato.com - Mi sembra si siano ripresi dai vari infortuni e sono tornati a disposizione. Il problema si riproporrà quando si farà la lista Mondiale, ma sono tutti giocatori forti che stanno migliorando anno dopo anno. Zaniolo è importante stia bene, poi non è un problema di ruolo".


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità sulla Nazionale.

facebooktwitterreddit