Mondiali 2022

L'Iran chiede l'esclusione dal Mondiale di Qatar 2022

Giovanni Benvenuto
Il logo dei mondiali 2022
Il logo dei mondiali 2022 / SOPA Images/GettyImages
facebooktwitterreddit

Un vero e proprio terremoto quello che è successo nel calcio iraniano. Secondo le ultime indiscrezioni riportate dall'emittente britannica BBC l'Iran, attraverso una lettera alla FIFA, ha chiesto l'esclusione ai prossimi Mondiali 2022 in Qatar.

La nazionale iraniana è stata collocata nel gruppo B con Inghilterra, Stati Uniti e Galles, ma adesso tutti i calciatori chiedono l'estromissione della squadra dal torneo. Non solo: anche altri sportivi si sono uniti ai componenti della nazionale. Il motivo? Non le contraddizioni legate al paese emiro, bensì la difficile situazione che sta vivendo l'Iran. Nel mirino ci sono le limitazioni dei diritti civili, soprattutto alle donne, che - per esempio - non possono entrare negli stadi.

Ecco quanto si legge dalla lettera inviata alla FIFA: "La neutralità da parte della FIFA non è un'opzione. La brutalità e la belligeranza dell'Iran nei confronti del proprio popolo ha raggiunto un punto critico, richiedendo un dissociarsi fermo e inequivocabile dal mondo dello sport e del calcio. Alle donne è impedito di entrare negli stadi all'interno del paese e sono sistematicamente escluse dall'ecosistema calcistico dell'Iran, fatto in netto contrasto con i valori e gli statuti della FIFA. Se alle donne non è permesso entrare negli stadi e la Federazione iraniana semplicemente segue e asseconda le linee guida del governo, questa non può essere vista come organizzazione indipendente e libera da ogni forma di influenza. E questa è una violazione dell'articolo 19 dello statuto della FIFA. Il Fifa Council può e deve immediatamente sospendere l'Iran. La FIFA non dovrebbe permettere la partecipazione a un Paese che sta perseguitando attivamente le sue donne, gli atleti e i bambini solo per il fatto che stanno esercitando i loro diritti umani più elementari".

facebooktwitterreddit